Baldaccio superata in casa dalla Bucinese

La sconfitta interna patita contro la Bucinese non è stata ancora digerita dalla Baldaccio Bruni Anghiari. I biancoverdi sono rimasti a mani vuote nonostante una prova positiva e sono scivolati all’ultimo posto della classifica. Prima di analizzare i numeri di questo inizio di stagione è però sacrosanto puntare l’attenzione sull’episodio più discusso della partita, il gol che è stato ingiustamente annullato a Poponcini nel recupero del 1° tempo. L’arbitro ha rilevato una carica del difensore biancoverde sul portiere ospite Pelliccio, irregolarità che le immagini televisive sembrano smentire in maniera inequivocabile. Anche l’allenatore della formazione anghiarese Benedetti, che non è solito cercare alibi né commentare le decisioni del direttore di gara, ha espresso il suo disappunto dichiarando “ci è stato annullato un gol che ancora devo capire come”.. I vari fermo immagine estrapolati dal servizio di Valtiberina Informa sembrano togliere ogni dubbio ed aumentano invece i rimpianti della Baldaccio, anche perché essendo al 46’ del 1° tempo e sul punteggio di 0-0, la sfida poteva avere uno sviluppo decisamente differente da quello che poi è realmente stato. Il gol annullato ha pesato sul risultato, ma non basta da solo a spiegare l’ultima posizione in graduatoria della Baldaccio Bruni che ieri ha incassato la 3° sconfitta su 4 sfide giocate in campionato, rimanendo ferma a quota 1 (pari con il Foiano, sconfitte con Montevarchi, Chiusi e appunto Bucinese). In 360 minuti circa di gioco gli anghiaresi hanno segnato solo 1 gol (per di più su calcio piazzato), restando invece all’asciutto con la palla in movimento. Senza considerare che i biancoverdi hanno disputato ben 3 partite delle 4 partite in casa a fronte di 1 sola trasferta. I numeri sono negativi e vanno in netta controtendenza rispetto alle prestazioni offerte. La Baldaccio ha infatti sempre espresso un buon calcio e ieri con la Bucinese è uscita a mani vuote quando avrebbe meritato di conquistare i 3 punti. I rientri di Rosati e Poponcini hanno dato maggior solidità al reparto arretrato permettendo inoltre a mister Benedetti di riportare Aquilini nel suo ruolo naturale (esterno basso) e di piazzare Bruni a protezione del pacchetto difensivo. La squadra ha occupato il campo con maturità, senza concedere occasioni alla quotata Bucinese e costruendo di contro numerose palle da gol. Un po’ di imprecisione, un pizzico di sfortuna e la già citata decisione arbitrale hanno impedito ai biancoverdi di andare a segno. Un film già visto nelle precedenti sfide e un trend che deve obbligatoriamente essere invertito a partire dal difficilissimo impegno di domenica prossima sul campo del Grassina. Serve maggior concretezza in fase realizzativa con la speranza che gli avversari non segnino nell’unica occasione da rete. Con numeri così negativi e con l’ultimo posto in classifica verrebbe da pensare ad una Baldaccio in crisi, ma le prestazioni offerte e le potenzialità della rosa devono tenere alto il morale e dare fiducia. Continuando a giocare così i risultati non tarderanno ad arrivare. L’importante è crederci e non abbattersi.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento