Suicidio Arezzo a Cremona, battuto allo Zini nonostante il doppio vantaggio

Cremonese-Arezzo 3-2
CREMONESE: Ravaglia; Salviato, Polak, Marconi, Gemiti; Moro, Pesce, Scarsella; Belingheri; Brighenti, Stanco. A disposizione: Galli, Bellucci, Procopio, Lame, Stanghellini, Ferretti, Haouhache, Cavion, Maiorino, Scappini. All. Tesser
AREZZO: Benassi; Luciani, Milesi, Sirri, Sabatino; Arcidiacono, Foglia, De Feudis, Yamga; Polidori, Moscardelli. A disposizione: Borra, Solini, Masciangelo, Corradi, Demba, D'Ursi, Grossi, Bearzotti, Erpen, Rosseti, Ba. All. Sottili
ARBITRO Chindemi di Viterbo
Un Arezzo perfetto per 75 minuti getta alle ortiche un successo esterno in uno scontro diretto con un finale sciagurato. La doppietta di Moscardelli all'8' e al 16' del primo tempo ha illuso la squadra di Sottili che gioca molto bene, tra l'altro un gol ingiustamente annullato al bomber amaranto avrebbe definitivamente chiuso la gara. I padroni di casa però vengono premiati nell'assalto finale, due palloni crossati al centro dell'area vengono finalizzati da Maiorino e Stanco all'81 e all'83', poi al quarto minuto di recupero ancora Stanco è bravo a sfruttare un assist di Gemiti e la dormita della difesa aretina per concludere la rimonta grigiorossa. Tanto amaro in bocca per l'Arezzo di Mister Sottili, soprattutto perchè in questa stagione non sono mancate le amnesie che hanno condannato la squadra a perdere punti anche quando la prestazione non lo meritava. Da sottolineare l'applauso di tutto lo stadio Zini per Moscardelli al momento della sostituzione. Domenica prossima alle 18.30 sfida casalinga d anon fallire contro il Racing Roma terz'ultimo in classifica con 6 punti all'attivo.
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento