La Ginnastica Petrarca al giro di boa del campionato di A1

Il campionato di serie A1 di ginnastica ritmica è giunto al giro di boa. Sabato 12 novembre, alle 20.30, si terrà alla Kioene Arena di Padova la terza prova della massima competizione nazionale dedicata ai piccoli attrezzi che vedrà sfidarsi le dieci migliori squadre d'Italia e, tra queste, rientra anche la Ginnastica Petrarca che si esibirà per seconda. La società aretina gareggerà con l'orgoglio di schierare un gruppo di atlete cresciute nel suo settore giovanile che si metteranno alla prova in un programma di esercizi completo che prevede cerchio, fune, palla, clavette, nastro e corpo libero. In totale saranno sei esibizioni con cui le ginnaste petrarchine proveranno a convincere la giuria sul loro valore e sulla qualità degli esercizi preparati in allenamento insieme allo staff tecnico formato da Irene Leti, Elena Zaharieva, Federica Peloso e dalla coreografa Stefania Pace. La prima a scendere in pedana sarà Anita Adreani con il corpo libero, poi si alterneranno ai vari attrezzi Beatrice Fioravanti, Asia Massetti, Aurora Peluzzi e Maria Vilucchi, supportate dal rinforzo dell'israeliana di origine russa Victoria Filanovsky che finora si è dimostrata tra le migliori protagoniste di questa serie A1. Dopo due prove, la Ginnastica Petrarca al momento occupa l'ottavo posto della classifica generale che le garantirebbe la salvezza; la società, tornata in serie A1 dopo cinque anni, ha lanciato nel massimo campionato tante atlete alla loro prima esperienza in un palcoscenico così importante e dunque ambisce esclusivamente a mantenersi nel gruppo delle migliori dieci d'Italia. «Tra le nostre atlete si respira tanto entusiasmo - commenta Leti. - Siamo consapevoli di affrontare ginnaste che militano in A1 da molti anni e che sono abituate ai massimi palcoscenici internazionali, ma conosciamo le nostre potenzialità e sappiamo di poter far bene: abbiamo la massima fiducia nelle nostre ragazze e sappiamo che, mantenendo alta la concentrazione, hanno le carte in regola per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti».

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento