Difesa in vena di regali e l'Arezzo va ko ad Olbia

OLBIA: Carboni, Pinna, Dametto, Miceli, Cotali, Tetteh, Muroni, Piredda (81' Murgia), Capello (87' Senesi), Ragatzu (73' Feola), Kouko. A disp.: Montaperto, Van der Want, Cossu, Pisano, Auriemma, Scanu, Quaranta, Delgado. All.: Mignani
AREZZO: Benassi, Masciangelo (59' D'Ursi), Milesi, Sirri, Sabatini, De Feudis, Corradi, Bearzotti, Erpen (65' Grossi), Foglia, Polidori. A disp.: Garbinesi, Muscat, Demba Pape, Luciani, Ba, Borra, Rosseti. All.: Sottili
Arbitro: Davide Curti di Milano. Assistenti: Giovanni Manara di Mantova e Piero Lattanzi di Milano
Marcatori: 10' rig. Capello, 19' Ragatzu
Ammoniti: 44' Bearzotti, 81' Piredda
Un secco 2-0 subito ad Olbia fa scivolare l'Arezzo al quarto posto in classifica, gli amaranto in 19 minuti confezionano due regali agli avversari che chiudono la partita già nel primo tempo. Uno sciagurato retropassaggio regala a Kouko un pallone d'oro da cui l'attaccante locale ricava un rigore che Capello trasforma per l'1-0 al 10' del primo tempo. Passano neanche altri dieci minuti e Ragatzu sfrutta un rimpallo a centrocampo guadagna metri e scarica un tiro che supera per la seconda volta Benassi. La partita di fatto è tutta qui, la squadra di Mister Sottili questa volta non riesce a rialzare la testa subendo una sconfitta pesante. Adesso c'è poco tempo per leccarsi le ferite, venerdi gli amaranto saranno di nuovo in campo in trasferta a Como contro i lariani che all'andata riuscirono a rimontare il doppio svantaggio al Città di Arezzo.
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento