L’Amen dimostra ancora grande cuore e vince in rimonta con Pontedera

Samuele Gramaccia Foto by Gaia Fratini
Amen Scuola Basket Arezzo-BNV Juve Pontedera 59-46
Parziali: 11-22; 22-32; 32-41
Amen: Spillantini 10, Cutini 12, Marmorini, Gramaccia 14, Fratini 10, Balsimini 2, Provenzal F., Bies, Liberto 11, Giommetti, Provenzal C. All. Pacini
BNV: Meucci 8, Ruberti 5, Lucchesi, Tellini 9, Minuti, Chiarugi, Susini 4, Puccioni, Lazzeri 16, Doveri 4. All. Martini
Si chiude con un successo che rispecchia le qualità dell’Amen Scuola Basket Arezzo, il girone di andata del campionato di Serie C, con gli amaranto che ribaltano il match casalingo con Pontedera nei minuti finali quando sembrava oramai una partita persa. Con questo spirito combattente che la squadra di coach Pacini ha mostrato in questa prima metà di stagione, l’Amen ha chiuso l’andata al secondo posto solitario in classifica alle spalle dell’imbattuta Labronica, uscendo dal campo tra gli applausi convinti del Palasport Estra che ha sostenuto questa squadra “fatta in casa” che sta regalando tante soddisfazioni. La gara è stata molto difficile per i colori amaranto, Pontedera ha preso in mano le redini del gioco fin dai primi minuti di gioco imbrigliando la coppia Cutini-Fratini e costringendo gli aretini a segnare col contagocce. Il bottino a referto dell’Amen nei primi trenta minuti di gioco è stato di soli 32 punti segnati, rimanendo in partita solamente grazie ad una difesa che, pur soffrendo la maggiore fisicità a rimbalzo degli ospiti, è riuscita a non far scappare via Pontedera. Nell’ultimo quarto poi la svolta è arrivata dalla coppia Gramaccia-Liberto, il capitano amaranto dopo un paio di penetrazioni vincenti del compagno realizza tre triple consecutive che ribaltano il punteggio. Pontedera accusa il colpo non costruendo più in attacco con la fluidità della prima parte di gara, così ancora Gramaccia firma con altre triple la definitiva vittoria amaranto, ottenuta nel finale con un punteggio di 59-46 impensabile a soli 10 minuti dal termine. La SBA ha infatti tramortito gli avversari con un 27-5 nel momento decisivo del match, trovando energie nel momento in cui la squadra di coach Pacini si trovava con le spalle al muro, una voglia di lottare e di non arrendersi che sta consentendo all’Amen di avere un rendimento eccezionale in questo campionato. Il tempo per festeggiare questa vittoria è solo fino al prossimo allenamento di martedi, perché l’Amen domenica sarà di nuovo in casa al Palasport Estra contro l’US Livorno, una partita da approcciare con una mentalità combattiva per non sprecare quanto di buono fatto contro un avversario di rango come Pontedera.

Ufficio Stampa Amen Scuola Basket Arezzo
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento