L'Arezzo Rugby torna in campo per la seconda parte di stagione

L'Arezzo Rugby si avvicina con entusiasmo verso la seconda parte di una stagione che finora ha regalato numerose soddisfazioni. Archiviata la lunga pausa natalizia, la società aretina rompe il ghiaccio con la propria formazione Under18 che tornerà in campo domenica 22 gennaio nel campionato tosco-umbro sfidando la capolista de I Medicei di Firenze. La società aretina partecipa a questo torneo in collaborazione con il Città di Castello e con il Gubbio, unendo un gruppo di atleti nati quasi esclusivamente nel 2000 che giocano insieme nella franchigia dei Centauri. Il compito di amalgamare questa squadra è stato affidato a Giovanni Salvagnoni che, in questa stagione, ha permesso all'Under18 di muovere i suoi primi passi in questo campionato regionale e sta lavorando per la crescita dei suoi giovani atleti, riuscendo ad ottenere il quarto posto della classifica e a cogliere alcuni risultati positivi come l'ultima vittoria sulla franchigia empolese delle Volpi Toscane o il pareggio al debutto con il quotato Cus Siena. La prossima sfida contro i fiorentini, persa all'andata di appena tre punti, sarà particolarmente sentita dallo stesso Salvagnoni che ha militato per trent'anni nella società medicea e che ambisce ad iniziare il 2017 con una bella prestazione. «Siamo soddisfatti del cammino svolto finora - commenta il tecnico dell'Arezzo Rugby. - I Centauri possono fare affidamento su una squadra giovane e alla sua prima esperienza nell'Under18, dunque abbiamo gettato le basi per la crescita di tanti promettenti ragazzi: il gioco e il carattere dimostrati in ogni partita rappresentano segnali positivi in vista del futuro». Un'ulteriore settimana di riposo, invece, attende l'Under16 dei Centauri che tornerà a giocare nel proprio campionato domenica 29 gennaio al campo di via dell'Acropoli: il debutto nel nuovo anno non sarà facile nemmeno per questa formazione che, solida al quarto posto della classifica, affronterà la capolista Unione Prato VI. In questo percorso di crescita delle giovanili, inoltre, si inserisce la collaborazione avviata con lo staff del Centro di Formazione Permanente di Prato, il punto di riferimento della Toscana per la crescita e la formazione dei rugbysti più promettenti. Un primo allenamento congiunto e aperto a tutti gli atleti del territorio si è già tenuto a novembre e ha permesso di ospitare Paolo Grassi, tecnico della nazionale italiana Under17, dunque ora l'Arezzo Rugby sta lavorando per ripetere questa opportunità formativa anche nel mese di febbraio.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento