L'Arezzo fa suo il derby del Franchi, 1-0 sulla Robur Siena

ROBUR SIENA: Moschin; D’Ambrosio, Stankevicius, Terigi, Iapichino; Grillo (24’st Bunino), Castiglia (37’st Saric), Guerri (21’st Gentile), Vassallo; Marotta, Mendicino. All. Scazzola. A disp. Ivanov, Florindi, Panariello, Rondanini, Ghinassi, Bordi, Secondo.
AREZZO: Borra, Sabatino, Solini, Barison, Corradi, Foglia, Moscardelli (40’st Cenetti), Luciani, Yamga, Polidori (49’st Rossetti), Bearzotti (18’st Arcidiacono). All. Sottili. A disp. Benassi, Muscat, Masciangelo, Erpen, Garbinesi, Demba, D’Ursi, Ba, Ferrario.
Arbitro: Pietropaolo di Modena. Assistenti: Imperiale e Zanardi di Genova
Ammoniti: Sabatino, Foglia, Borra, Marotta
Marcatori: 44’pt Polidori

Un autorete nel finale di primo tempo su un tiro di Polidori infrange il tabù Siena per l'Arezzo, da più di cinquant'anni infatti gli amaranto non passavano nella città del Palio anche se per la verità non sono state tante le occasioni di confronto, specialmente negli ultimi anni. La gara della squadra di Mister Sottili è stata molto positiva sotto tutti i punti di vista, determinazione, concentrazione e concretezza che hanno permesso di ottenere tre punti che scavano un solco di ben 9 punti con la quinta in classifica. Inutile sottolineare anche il successo sulle tribune del Franchi dove gli oltre 600 aretini si sono fatti sentire incitando la squadra fin dal primo minuto e che al rientro della squadra dalla trasferta hano atteso i propri beniamini incitandoli a gran voce al loro rientro ad Arezzo. L'unica nota negativa è stata quella dei problemi fisici di Max Benassi, che probabilmente costringeranno la dirigenza a trovare un sostituto tra i pali amaranto. Domenica prossima altra sfida di cartello, al Città di Arezzo arriva la capolista e protagonista assoluta di questo campionato Alessandria, guidata in panchina da una vecchia volpe come Piero Braglia.
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento