Under18 Rosini, il trampolino di lancio verso la serie C

L'Under18 della Scuola Basket Arezzo è pronta a sfidare la Mens Sana Siena nel campionato Elite, in una partita che può essere un vero e proprio spartiacque per il resto della stagione. L'incontro, in programma mercoledì 18 gennaio, rappresenta un importante banco di prova per i ragazzi nati nel biennio 1999-2000 della società aretina che occupano il quinto posto della classifica regionale (mentre i senesi sono sesti) e che vanno a caccia della prima vittoria del 2017. La stagione dell'Under18 Rosini della Sba è stata finora in chiaroscuro con una squadra con tanti giocatori di qualità e di sicura prospettiva che non è pienamente riuscita ad esprimere tutte le sue potenzialità. Il compito affidato al nuovo allenatore Vittorio Scotto Di Carlo era sicuramente delicato dal momento che il tecnico si è trovato ad amalgamare due gruppi di ragazzi del 1999 e del 2000 che finora non avevano mai giocato insieme e che, di conseguenza, hanno avuto bisogno di tempo per acquisire i giusti meccanismi di gioco e per trovare risultati in un campionato difficile come quello d'Elite. «Nei prossimi mesi - commenta Scotto Di Carlo, - proveremo a far emergere tutte le nostre potenzialità e a chiudere il campionato almeno al quarto posto. Siamo reduci da una brutta sconfitta contro la seconda in classifica, l'Empoli, dunque contro la Mens Sana mi aspetto un pronto riscatto e una vittoria che possa fornire nuovo slancio per un finale di stagione in crescendo». L'Under18 rappresenta l'ultimo scalino del settore giovanile prima del salto nelle prime squadre, dunque l'obiettivo perseguito da Scotto Di Carlo, dal suo collaboratore Stefano Liberto e dal resto dello staff della Sba è la definitiva maturazione dei singoli ragazzi da un punto di vista sportivo e umano. Questo lavoro, tracciato dal responsabile tecnico Umberto Vezzosi, ha l'ambizione di costruire un vero e proprio atleta in cui la crescita tecnica e sportiva si affianca al miglioramento comportamentale e all'acquisizione dei valori dello sport. Dal gruppo dell'Under18 Rosini, infatti, emergeranno quei ragazzi che contribuiranno al futuro del basket aretino, seguendo le orme di giocatori come Bogdan George Brebenel, Samuele Gramaccia, Edoardo Refini e Tommaso Sturli che sono già entrati nel giro della squadra di serie C. «L'Under18 dovrebbe essere un vero e proprio trampolino di lancio - aggiunge Scotto Di Carlo. - Collaboro strettamente con Vezzosi e con il tecnico della serie C per individuare quei ragazzi che possono vivere le emozioni di giocare ed allenarsi con la prima squadra. La Sba ha l'ambizione di far crescere giovani talenti, dunque il mio lavoro è orientato verso questo risultato con la consapevolezza di avere alle spalle una società solida e ambiziosa».

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento