Doccia gelata per l'Arezzo raggiunto al 91' dal Pontedera in 10

AREZZO – PONTEDERA 1-1
AREZZO: Borra; Muscat, Barison, Sabatino; Bearzotti, Foglia, Cenetti, Yamga (87' Luciani); Erpen (59' Moscardelli), Corradi (59' Arcidiacono); Polidori. A disp.: Garbinesi, Farelli, Solini, Masciangelo, De Feudis, D'Ursi, Demba Ba, Rosseti, Ferrario. All.: Stefano Sottili.
PONTEDERA: Lori; Polvani, Vettori, Videtta; Calcagni, Calò, Caponi (80' Bonaventura), Kabashi, Corsinelli; Disanto (64' Borri), Santini. A disp.: Citti, Anedda, Chella, Di Giovanni, Barca. All.: Paolo Indiani
ARBITRO: Andrea Zanonato di Vicenza, assistenti: Fabio Tribelli e Nicola Badoer di Castelfranco Veneto
RETI: 78' Moscardelli, 91' Kabashi
NOTE: ammoniti: Corradi, Muscat, Caponi. Espulso Videtta al 51'. Angoli: 5-3. Recupero: 1' + 3'

La solita prodezza di Moscardelli questa volta non è bastata per ottenere i tre punti nella sfida casalinga con l'ostico Pontedera del navigato Indiani. Gli ospiti partono subito forte e Santini, che all'andata segnò una tripletta, colpisce la traversa, segnale che la partita degli amaranto sarebbe stata tutt'altro che facile. Al 16' è Calò che sbaglia di poco la mira sibilando il palo difeso da Borra, qualche minuto dopo grande occasione per l'Arezzo con Corradi che sbagli dopo aver approfittato di uno svarione della difesa ospite ed essersi involato verso la porta avversaria. Nel secondo tempo al5' Videtta aggancia Erpen in area, inizialmente v iene concesso il corner all'Arezzo poi, invece Zanonato assegna il penalty ed ammonisse il giocatore del Pontedera per la seconda volta. Al dischetto si presenta lo stesso Erpen che si fa deviare il tiro da un attento Lori. Nonostante la superiorità numerica la squadra di Mister Sottili non sfonda ed anzi rischia grosso al 22' quando un contatto tra Cenetti e Santini viene giudicato per pochi centimetri fuori area. La svolta arriva con l'ingresso di Moscardelli che al 33' mette a segno un'altra perla, questa volta su punizione, che fa esplodere il Città di Arezzo. Gli ospiti però hanno il merito di non arrendersi ed al primo minuto di recupero ottengono il pari, comunque meritato, con un gol di Kabashi che dal limite insacca una rete che avvicina gli ospiti alla salvezza. Sabato prossimo Arezzo ancora in casa con il Giana Erminio, formazione che nel girone di ritorno ha letteralmente volato, uno scontro diretto dove la squadra di Mister Sottili non dovrà ripetere le incertezze delle ultime gare casalinghe.
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento