La stagione della Chimera Nuoto riparte con sedici medaglie

La Chimera Nuoto riparte con sedici medaglie. La società aretina ha iniziato al meeting "Città di Ravenna" il percorso che l'accompagnerà verso i principali appuntamenti agonistici della seconda parte di stagione, che troveranno il loro apice in estate con i campionati regionali e nazionali. La manifestazione ravennate ha permesso ad una numerosa squadra di ventisette atleti delle categorie Ragazzi e Junior di riassaporare le emozioni di una gara e di mettersi alla prova contro coetanei di trentacinque società da tutta Italia che hanno dato vita ad una competizione di buon livello. Il bilancio finale è particolarmente positivo, con la Chimera Nuoto che è riuscita a festeggiare un totale di otto ori, tre argenti, cinque bronzi e tanti bei piazzamenti cronometrici che fanno ben sperare in vista del futuro. «Il meeting "Città di Ravenna" - commenta soddisfatto il direttore sportivo Marco Magara, - ha confermato la bontà del lavoro svolto in vista dei più importanti campionati dei prossimi mesi. Queste trasferte permettono di consolidare il senso di squadra e di vivere un confronto di alto livello contro avversari di tutta Italia, dunque le sedici medaglie e le tante altre belle prestazioni registrate rappresentano un bello stimolo per continuare ad impegnarsi negli allenamenti al palazzetto del nuoto». Nella squadra allenata da Magara, Marco Licastro e Alberto Bertuccini si è confermato il talento di Elisa Fazzuoli del 2001 che, dopo il bronzo colto agli ultimi campionati italiani nei 200 dorso, è tornata in vasca al meeting "Città di Ravenna" con ben sei medaglie. L'aretina è arrivata prima nei 200 stile libero, nei 100 dorso e nei 200 dorso, seconda nei 100 stile libero e nei 50 dorso, e terza nei 50 stile libero, tutte belle prestazioni che le hanno permesso di vincere il premio come miglior prestazione femminile assoluta nella categoria Junior. Un tris di ori porta la firma di Eleonora Camisa del 2002 che è riuscita ad arrivare davanti a tutti nei 50, 100 e 200 delfino, consolidandosi in queste specialità tra le più promettenti atlete italiane. La gara ha ribadito il valore di Mattia Esposito del 1999 che ha meritato due primi posti nei 100 e nei 200 dorso, e un terzo posto nei 50 dorso; l'ultimo oro è merito di Alessandro Tavanti del 2003 che ha vinto i 200 rana ed è poi arrivato terzo nei 100 e nei 200 stile libero. A chiudere la rassegna dei medagliati è stato, infine, il bronzo nei 100 rana di Luca Trojanis del 2001.
La squadra della Chimera Nuoto in gara nei tre giorni del meeting "Città di Ravenna" era completata da Simone Batistini, Arianna Bichi, Sara Borghini, Miriam Borgogni, Edoardo Calussi, Vanessa Cattaneo, Gabriele Fioravanti, Emanuele Fiorilli, Greta Franci, Nadia Frosini, Francesca Giomarelli, Mattia Gnagni, Sara La Bella, Elia Martini, Matilde Nannini, Rachele Nannini, Giuditta Rachini, Alessia Rastrello, Francesco Rotondo, Roberta Rotondo, Lorenzo Sestini e Davide Tavanti.

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento