Arrivo in parata al Campionato Italiano. Vince Alessio Acco davanti a Samuele Manfredi

CAMPIONATO ITALIANO JUNIORES 58 COPPA REMO PUNTONI di Km. 133,750 alla media di 39,284 Km/h
SAN SALVATORE(LU) - Ha 17 anni, arriva da Castiglion Fiorentino localita' aretina che ebbe gia' 4 anni fa un altro tricolore juniores, Matteo Trippi, il nuovo campione italiano juniores. La maglia sulle spalle di Alessio Acco che e' giunto al traguardo in leggera salita della 58^ Coppa Remo Puntoni a San Salvatore di Montecarlo, assieme al ligure Manfredi suo compagno di societa' nella Romagnano Mamis Caffe' Guerciotti. Tra i due, anche se di rappresentative diverse non c'e' stata volata. Manfredi gia' vincitore di 4 gare (per Acco e' stato il secondo successo) e che punta al tricolore a cronometro, (ne ha vinti due come allievo) ha tagliato il traguardo a fianco di Acco la cui ruota e' transitata per prima sulla linea di arrivo. Due assoluti protagonisti e per tanti chilometri in quanto Acco e' andato in fuga attorno al 45° Km, mentre Manfredi e' uscito da solo dal gruppo ed in 7 Km ha recuperato un minuto ai fuggitivi. Nel finale l'attacco assieme a Acco che ha messo fuori gioco il bravissimo ed inesauribile veneto Bobbo, mentre emergeva anche l'atteso Mazzucco (ma era ormai tardi) ed il toscano Andrea Innocenti era autore di un bel finale che gli offriva la quinta piazza. Per concludere bravissimi quelli del podio, bene Mazzucco e Innocenti e tra i toscani in luce anche Nencini in avvio di corsa, Benedetti, Vignoli, Molini. Una prova collettiva esemplare guidati da Giuseppe Di Fresco. Ha deluso la Lombardia che aveva 26 atleti e poco hanno fatto Emilia Romagna e Piemonte. Organizzazione esemplare del Club Ciclistico Marco Giovannetti, con lo stesso ex campione in cabina di regia assieme a Luigi Bianchi. La maglia di campione italiano e' stata fatta indossare al vincitore dal consigliere nazionale della Federciclismo, Maurizio Ciucci con la presenza del sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi e del presidente del Comitato Regionale Toscana, Giacomo Bacci. Poi l'inno di Mameli a chiudere una giornata stupenda, intensa. La comunita' di San Salvatore ne puo' essere fiera e orgogliosa.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento