La Ginnastica Petrarca in pedana nel saggio dei centoquaranta anni

Oltre trecento atleti e atlete in pedana per i centoquaranta anni della Ginnastica Petrarca. La storica società aretina continua le celebrazioni per l'importante anniversario e, in vista dei festeggiamenti ufficiali, intanto ha riunito al palasport "Mario d'Agata" tutti i suoi tesserati per il tradizionale saggio di fine corsi. L'appuntamento ha rappresentato l'occasione per far ritrovare tutte le componenti della Ginnastica Petrarca prima della pausa estiva, con una vera e propria festa della ginnastica che ha proposto un susseguirsi di esibizioni di tutti i suoi gruppi sportivi e che ha coinvolto tutti i dirigenti, i tecnici e i genitori. Per l'occasione, infatti, si sono alternati in pedana i rappresentanti della sezione ritmica femminile, della sezione artistica maschile e femminile, e della ginnastica per tutti che trova la sua massima espressione nella Gymnaestrada, mostrando al pubblico il frutto degli allenamenti degli ultimi mesi. Ad aprire la serata sono stati gli agonisti della ritmica e dell'artistica che, impegnati nel corso della stagione nelle principali gare regionali e nazionali, hanno presentato alcuni esercizi da gara a corpo libero e con attrezzi. Successivamente è stata la volta dei più piccoli che raramente hanno l'occasione di esibirsi al di fuori della palestra e davanti ad un pubblico, ma che hanno meritato applausi per il livello delle coreografie presentate. La conclusione è stata affidata allo spettacolo della Gymnaestrada. La festa è stato anche il momento in cui la Ginnastica Petrarca ha ringraziato i tecnici per il lavoro svolto durante l'anno al servizio dei vari gruppi sportivi e per i bei risultati che hanno tenuto alto il nome della società nella penisola: Catia Rosi (direttrice tecnica), Beatrice Calcina, Irene Leti, Stefania Pace, Federica Peloso, Aurora Peluzzi, Elisa Scarpelli e Elena Zaharieva (ritmica), Donatella Magi, Sara Moretti, Diletta Severi ed Elena Zandrelli (artistica femminile), e Leonardo Ercolani, Jacopo Pineschi, Gigi Salvadori e Stefano Violetti (artistica maschile). «Il saggio - spiega il presidente Paolo Pratesi, - rappresenta il momento dedicato alle attività di bambini e ragazzi che fanno parte della nostra società ma che ancora non svolgono attività agonistica. Questa festa si è confermata un'occasione sentita e partecipata da parte delle famiglie che hanno potuto apprezzare il frutto degli allenamenti svolti in palestra, salutandoci in vista dell'estate e dandoci appuntamento alla seconda parte dell'anno quando continueremo le celebrazioni per i nostri centoquaranta anni».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento