Luca Rossetti ed Eleonora Mori vincono il 37° Rally del Casentino

Foto www.scuderiaetruria.net
Luca Rossetti e Eleonora Mori, con la Skoda Fabia R5 made in DP Autosport si sono aggiudicati la edizione numero 37 di un rally Internazionale del Casentino combattuto come e più di sempre. E come nelle ultime edizioni è stata la prova speciale “lunga” di Talla a decidere la classifica finale. Il campione europeo ed italiano Rossetti, infatti, dopo una giornata del sabato trascorsa a cercare il giusto set-up dell’assetto, era arrivato al via della “Talla” alle spalle di 3”4 di Andrea Crugnola, con Ferrara, leader in quel momento con la Ford Fiesta R5 della HK Racing. La rottura di un radiatore dopo un salto, però, costringeva al ritiro il pilota varesino della Fiesta, che vedeva sfumare così una gara in cui ha messo alla frusta Rossetti, vincitore, lo ricordiamo, degli altri due appuntamenti siglati IRC Pirelli del 0217. Per Rossetti la vittoria, netta, nella speciale conclusiva suggellava così la terza vittoria su tre gare nell’IRC 2017, con il titolo ormai a portata di mano. Al secondo posto finale del rally del Casentino andava così a chiudere il vicentino Manuel Sossella, con Falzone che in una partecipazione spot all’IRC Pirelli, con la Ford Fiesta WRC Tamauto, ma in una gara che ama e che frequenta da quasi un decennio, conquista un ottimo piazzamento. Ravvicinata la lotta per il terzo gradino del podio tra Luca Pedersoli, con Anna Tomasi (Citroen C4 WRC D-Max) e Alessandro Re, con Giacomo Ciucci e la Ford Fiesta WRC HK Racing, risoltasi anche questa, per poco più di un secondo, a favore di Pedersoli. Il pilota bresciano pagavo lo scotto di non avere mai corso al rally del Casentino, ma con un finale di gara molto aggressivo, riusciva a superare Alessandro Re sulla settima prova speciale, per poi mantenere con grinta la terza posizione. Per Alessandro Re, comunque, rimane la soddisfazione di scavalcare Crugnola al secondo posto in campionato IRC. Una foratura e problemi all’alternatore sulla Ford Fiesta WRC A-Style hanno alterato la gara del veneto Andrea Dal Ponte, con Milena Danese, che riuscivano a chiudere al quinto posto assoluto. Anche se il sesto posto finale non soddisfa le ambizioni del locale Roberto Cresci, con Ciabatti, con la Ford Fiesta WRC PA Racing, rimane la soddisfazione di avere rivisto il traguardo di una gara dopo vari episodi poco fortunati, al termine di una gara con qualche problema all’interfono all’inizio e con i freni per un paio di speciali. Caldo torrido nella giornata di gara di sabato 8 luglio, che non ha scoraggiato il consueto ed entusiasta abbraccio del pubblico delle grandi occasioni al rally del Casentino, un evento non solo sportivo ed agonistico, ma una vera festa ed una occasione importante di ricaduta economica e di promozione del territorio.

CLASSIFICHE

NELLA MITROPA CUP RALLY VITTORIA DI GASSNER-THANNHAUSER (MITSUBISHI LANCER EVO X)
Gara nella gara quella tra la ventina circa di equipaggi in lizza per la Mitropa Cup Rally, campionato del quale il rally del Casentino rappresenta il giro di boa stagionale. A vincere sulle speciali aretine è stato il tedesco Hermann Gassner, con Karin Thannhauser, veri dominatori con la Mitsubishi Lancer Evo X, che adesso si rilanciano anche nella serie mitteleuropea. Al secondo posto la splendida Porsche 996 dei teutonici Wolfram e Gabriele Thull, con Kainz Martin, con Marcus Steininger (Mitsubishi Lancer Evo IX) a chiudere un podio tutto tedesco. Da segnalare il bel quinto posto nella Mitropa Cup Rally “casentinese” per l’aretino Norberto Droandi, con Emanuela Florean, ottenuto con la piccola Peugeot 106. Droandi è anche il Presidente “da corsa” della Mitropa Cuo Rally.

CASENTINO “NAZIONALE”: DOMINA LUCA AMBROSOLI, CON CORRADO VIVIANI (FORD FIESTA R5)
Il comasco Luca Ambrosoli, in coppia con Cprrado Viviani, con la Ford Fiesta R5 Gb Motors, hanno dominato, vincendo tutte le prove speciali, il rally del Casentino “nazionale”, versione ridotta, in km di prove speciali, dell’Internazionale. Ambrosoli, profondo conoscitore del rally aretino, ha avuto ragione di altri due “habituè” del rally del Casentino, vale a dire il sempreverde Brunero Guarducci, con Migliorati alle note, che ha debuttato con ottimo risultato, con la impegnativa Hyundai i20 R5, mentre con il terzo posto assoluto si è concluso il debutto di Bernardo Bettarini e Valter Bernardi con la Fiat 124 Abarth.

CLASSIFICHE

AI FRATELLI CIABATTI (PEUGEOT 205 RALLYE) LA GARA TRA LE LE “STORICHE”
E’ andata ai fratelli Alessandro e Gabriele Ciabatti, con la piccola Peugeot 205 Rallye, la vittoria sulle strade di casa, sulle quali hanno regolato i tedeschi Halick-Pitz (Opel Kadett Gte) e Volpato- Riva (Toyota Corolla GT).

CLASSIFICHE

PREMIO FOTOGRAFICO PAOLO TODISCO GRANDE A ROBERTO ACCIARI
E’ andato all’aretino Roberto Acciari il primo premio del 3° Concorso Fotografico il Rally nelle Vallate Aretine, intitolato alla memoria del giornalista Paolo Todisco Grande, prematuramente scomparso nel 2013 e consegnato su palco di arrivo del 37° rally del Casentino. Il premio, indetto da scuderia Etruria e Fotoclub La Chimera di Arezzo ha visto classificarsi nell’ordine, dietro al vincitore, Paolo Lacrimini, Massimo Romboli, Niccolò Rossi e Stefano Gambineri.
Premio speciale per il profilo artistico e la qualità delle immagini a Ronnie Sbaragli.

GLI ORGANIZZATORI: I CONTATTI
Scuderia Etruria
Via Berni, 41 – 52011 Bibbiena (Ar) – Tel/Fax 0575 594191
Loriano Norcini +39.338.1060877

UFFICIO STAMPA 37° RALLY INTERNAZIONALE DEL CASENTINO
Responsabile : Leo Todisco Grande
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento