Accesa la fiaccola delle Ponyadi edizione 2017

Un’edizione che per la prima volta viene ospitata dalla Toscana all’Arezzo International Horse. Una carica di 850 bambini che fino a sabato 2 settembre si sfideranno in numerosissime discipline equestri. E ieri è stato emozionante assistere alla sfilata delle squadre delle regioni nelle loro coloratissime divise. Diciotto regioni in rigoroso ordine alfabetico dall’Abruzzo alla Toscana, con la presenza anche della piccola repubblica di San Marino. Ad arricchire la coreografia Musici e Sbandieratori di Castiglion Fiorentino. Inno d’Italia cantato da Paolo Romanelli. A salutare i giovani concorrenti anche tante autorità cittadine e della Federazione sport equestri. Madrina della manifestazione Mady Michelli, nota allevatrice di cavalli, che ha fatto il suo ingresso in carrozza insieme al giovanissimo cavaliere toscano Matteo Perugino che ha letto il giuramento dell’atleta e acceso la fiamma delle Ponyadi. Poi dal palco il saluto della autorità. Il presidente della Fise nazionale Marco Di Paola: “Sono momenti molto emozionanti. I veri protagonisti sono i ragazzi, gli istruttori, i presidenti di circolo che lavorano tutto l’anno per conseguire importanti obiettivi. Un ringraziamento poi ai genitori che sostengono i figli in questa passione del cavallo. Uno sport che è anche scuola di vita. L’equitazione insegna a vincere, ma anche a perdere, a risorgere dopo una sconfitta, a tenere sotto controllo le emozioni e a puntare ai i valori importanti della vita.” Il presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia: “Per la prima volta la Toscana ospita le Ponyadi e lo fa in una città bella come Arezzo dove in questi giorni sport, cultura e storia si uniscono anche con la disputa della Giostra. Vedere sfilare i nostri ragazzi è una grande enozione che ci riempie il cuore, come succede tutte le volte che organizziamo gare del settore giovanile. E ringrazio il presidente Di Paola per il sostegno e per l’attenzione che sta mettendo anche per la base, il sindaco di Arezzo per il patrocinio, il presidente del Coni Cerbai e Boricchi dell’Arezzo Intrenational Horse che sopportano tutto il peso dell’organizzazione. L’augurio per i nostri ragazzi è di centrare importanti traguardi in uno sport bello e pulito com’è l’equitazione.” Il sindaco Alessandro Ghinelli: “Siamo orgogliosi di avera una manifestazione di questo calibro in città. Vedere sfilare questi giovani mi ha aperto il cuore. Una bellissima manifestazione che si tiene nella città giusta: lo stemma di Arezzo è un cavallino rampante.” Il presidente del Coni di Arezzo Giorgio Cerbai: “Un grande saluto a tutti i bambini ed un grazie ai loro genitori che con la loro presenza alle Ponyadi attestano l’attenzione che hanno per la salute e la crescita dei loro figli.” Riccardo Boricchi dell’Arezzo International Horse: “E’ davvero emozionante avere le Ponyadi da noi. Abbiamo organizzato tanti eventi giovanili, ci mancava questa per chiudere il cerchio".

Arezzo Equestrian Centre
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento