Giro del Casentino

La storica e prestigiosa corsa ciclistica internazionale passerà da Arezzo anche quest'anno / Partenza da Corsalone alle ore 14 e arrivo a Corsalone (Ar) alle ore 19 circa - 20 agosto 2017.
il Giro del Casentino, la storica gara ciclistica internazionale, nata nel lontano 1910 per iniziativa dell'Unione Ciclistica Aretina, torna a far parlare di sé in occasione del suo 101° compleanno. Un'intera vita di "pedalate" in lungo e in largo per le strade del territorio aretino - dal Regno d'Italia fino ai giorni nostri - grazie alle tante generazioni di aretini che la passione del ciclismo ce l'hanno da sempre scolpita nel DNA e a cui va l'onore al merito per aver dato vita a una delle manifestazioni sportive più longeve e famose d'Italia. Quella del Giro del Casentino è una bella avventura che, come accade per i miti, sembra di quelle destinate a non finire mai. Così dopo i festeggiamenti speciali dello scorso anno (100°anniversario) e il sigillo della vittoria imposto dal russo Alexander Riabushenko, la corsa è di nuovo pronta a riprendere il via, il 20 agosto prossimo, alle 14, questa volta dalla località di Corsalone. Da qui i corridori, dopo aver attraversato diverse località dell'incantevole vallata casentinese, raggiungeranno la città di Arezzo, intorno alle 15, e successivamente si immetteranno in un circuito cittadino (Viale S.Margherita, via B.Dovizi, via B.Varchi, via Roma, Viale Giotto, via S.Martini, via Fratelli Rosselli, via Don Minzoni, via Amendola) prima di risalire nuovamente la valle dell'Arno e terminare la gara nella stessa località in cui ha avuto inizio ovvero a Corsalone. Alla partenza sono attese ben 26 squadre, tra cui le temibili "corrazzate" russa ed inglese, con 200 ciclisti della categoria Elite e Under 23 provenienti da ogni parte d'Italia e dall'estero, chiamati a dar fondo a tutte le loro energie lungo un percorso di 170 Km, molto impegnativo, dove i tratti più o meno pianeggianti della Valle dell'Arno si alternano a salite mozzafiato e discese funamboliche che i corridori dovranno affrontare in rapida successione, passando per le pittoresche località montane di Chiusi della Verna (962 m), Badia Prataglia (854 m) e Camaldoli (835). Difficile come sempre azzardare un pronostico sui possibili vincitori della kermesse tenuto conto del sostanziale equilibrio di valori tra i principali protagonisti che, questo è certo, si daranno battaglia senza esclusione di colpi pur di transitare primi sotto lo striscione dell'arrivo ed entrare di diritto nell'Olimpo dei campioni in compagnia dei Gino Bartali, dei Fausto Coppi, dei Gastone Nencini che con altri dopo di loro hanno scritto pagine indimenticabili del Giro del Casentino e dell'intera storia del ciclismo
La manifestazione è patrocinato dal Comune di Arezzo / Assessorato alle Politiche Sociali, Famiglia, Sport e Politiche Giovanili.


Ufficio Stampa Comune di Arezzo
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento