Trojanis e Fioravanti vincono una doppia medaglia nel fondo

I nuotatori della Chimera Nuoto vanno veloci anche nelle lunghe distanze. La società aretina ha gareggiato a Livorno ai Campionati Regionali di Fondo in acque libere con una squadra di sette giovani atleti che si sono misurati in mare aperto in un’impegnativa competizione sviluppata su 5.000 e 2.500 metri in stile libero. Accompagnata dal tecnico Marco Licastro, la Chimera Nuoto è riuscita a ben figurare in questa dura competizione centrando un oro e un argento che confermano la completezza dei suoi ragazzi e la loro capacità di far bene anche nel fondo. I migliori piazzamenti sono arrivati nei 5.000 metri degli Junior dove una coppia aretina è riuscita ad occupare i primi due gradini del podio in virtù del titolo toscano di Luca Trojanis e del secondo posto di Gabriele Fioravanti; i due atleti, entrambi nati nel 2001, sono stati autori di belle prestazioni cronometriche che sono valse rispettivamente l’ottavo e il decimo miglior tempo assoluto tra tutte le categorie. Nella stessa specialità si è misurata anche Giuditta Rachini che è stata costretta al ritiro a causa di un colpo al viso a metà gara, non potendo così provare a bissare il bronzo ottenuto ai campionati regionali del 2017. A chiudere la squadra della Chimera Nuoto presente a Livorno sono stati Greta Beatrice Franci, Nadia Frosini, Giancarlo Rugiadosi e Matteo Vasarri che hanno vissuto le fatiche dei 2.500 metri, piazzandosi tutti oltre all’ottavo posto. «Da qualche stagione - commenta Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, - abbiamo iniziato a rivolgere i nostri sforzi anche verso le gare di fondo, una disciplina che richiede una resistenza e una tecnica diverse rispetto alle brevi distanze e in cui ci stiamo regalando tante soddisfazioni con molti ragazzi. Gli ultimi Campionati Regionali, ad esempio, hanno permesso a Trojanis e a Fioravanti di ottenere due ottimi risultati e di piazzarsi tra i migliori della Toscana, denotando la poliedricità dei nostri atleti che sono ormai capaci di spaziare tra le specialità di vasca e quelle in acque aperte».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento