Le Fiamme Oro Rugby fanno tappa ad Arezzo

Le Fiamme Oro Rugby si allenano eccezionalmente ad Arezzo. La squadra rugbistica della Polizia di Stato, impegnata nel massimo campionato della Pro12, aprirà la propria stagione venerdì 10 agosto con un’amichevole di lusso a Firenze contro I Medicei che sarà anticipata da due giorni di preparazione vissuti proprio allo stadio cittadino di via dell’Acropoli. L’Arezzo Rugby ospiterà così sui propri campi una delle più forti realtà italiane (la scorsa stagione arrivò fino alle semifinali per lo scudetto) e garantirà agli atleti del suo settore giovanile l’opportunità di vedere in azione i campioni delle Fiamme Oro, tra cui vi sono anche tanti rugbisti della nazionale. Giovedì 9 agosto dalle 8.30 alle 10.30 e dalle 18.00 alle 20.00, e venerdì 10 agosto dalle 9.00 alle 10.30, si terranno infatti tre sedute di allenamento tenute dall’esperto tecnico Gianluca Guidi, tra i migliori allenatori italiani con un curriculum che vanta esperienze alla guida delle nazionali giovanili azzurre e la vittoria di due titoli italiani alla guida dei bresciani del Calvisano. Nelle Fiamme Oro, tra l’altro, saranno presenti anche i due giovani aretini Iacopo Bianchi (alla sua seconda stagione nella squadra della Polizia dopo aver iniziato rugby nel Convitto Nazionale, essere poi passato alla Vasari ed aver infine militato ne I Medicei) e Leonardo Mariottini (pilone cresciuto nella Vasari e impegnato, fino alla scorsa stagione, nell’accademia federale “Ivan Francescato”), entrambi convocati per gli ultimi mondiali Under20. «Per l’Arezzo Rugby - commenta il presidente Maurizio Mirante, - è un onore ospitare una squadra importante come le Fiamme Oro che, in viaggio da Roma a Firenze, ha pensato di far tappa ad Arezzo per vivere sui nostri campi la preparazione in vista del delicato test contro I Medicei. Agli allenamenti potranno assistere tutti gli appassionati di rugby dalla città, dai tecnici che potranno ammirare da vicino la preparazione di una grande realtà di Pro12 fino agli atleti che potranno incontrare alcuni dei più forti rugbisti italiani».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento