Giuditta Rachini convocata nella rappresentativa toscana di fondo

Giuditta Rachini della Chimera Nuoto ha meritato la sua prima convocazione nella rappresentativa Toscana di nuoto di fondo e in acque libere. L’atleta è tra le dieci migliori ragazze del 2003 che domenica 30 settembre si ritroveranno a Piombino per un allenamento collegiale in mare volto ad individuare e a far crescere le nuotatrici della futura squadra regionale, fornendo loro una preparazione specifica nelle lunghe distanze volta a perfezionare l’approccio alla gara, la partenza, l’andatura, la virata e l’arrivo. Al raduno sarà presente come coach in acqua Valeria Casprini, ex atleta della nazionale italiana di fondo con un palmares ricco di medaglie internazionali, mentre un momento particolare sarà rivolto anche alla formazione dei tecnici delle società toscane con atleti convocati in rappresentativa che condivideranno una riunione con il commissario della nazionale assoluta di nuoto in acque libere Massimo Giuliani (per la Chimera Nuoto sarà presente Marco Licastro). Per Rachini si tratta dell’esordio assoluto con la Toscana e avviene al termine di un anno in cui l’aretina è cresciuta sportivamente e ha colto le sue prime soddisfazioni nelle lunghe distanze: l’estate scorsa ha vinto il bronzo ai Campionati Regionali di Fondo in Acque Libere nei 2500 metri, poi ha vinto l’argento nei 5000 metri al trofeo “Granduca di Toscana” di Castiglion della Pescaia, mentre agli ultimi Campionati Regionali è stata costretta al ritiro a causa di un colpo al viso a metà gara. «Ci congratuliamo con Rachini - commenta Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, - che ha scelto di impegnarsi nel fondo e che si è messa in luce nelle acque libere, meritando la grande soddisfazione della chiamata nella rappresentativa regionale». Sabato 22 e domenica 23 settembre, nel frattempo, il palazzetto del nuoto di Arezzo ospiterà un fine settimana di formazione per tecnici, istruttori e nuotatori dal titolo “La pedagogia dell’azione in azione - La lettura del nuotatore e l’insegnamento degli stili”. L'appuntamento vedrà la partecipazione dei rappresentanti di numerose società del centro Italia che arriveranno in città per apprendere le più recenti innovazioni nelle metodologie per sviluppare la didattica nella scuola nuoto e nel settore agonistico. A tenere lo stage sarà Mauro Antonini, direttore sportivo del Centro Nuoto Macerata e tra i principali esperti italiani di pedagogia natatoria, che coinvolgerà i partecipanti in allenamenti a bordo vasca o dentro alla piscina per stimolare l’apprendimento direttamente in azione, con una successiva fase in aula per analizzare e discutere le nozioni teoriche. «La formazione - aggiunge Magara, - è basilare per migliorare la qualità del nostro insegnamento e per sviluppare l’attività sportiva. Siamo felici di aprire l’anno ospitando Antonini per uno stage che conferma il palazzetto del nuoto di Arezzo come un centro di riferimento per lo sviluppo e l’innovazione della pedagogia natatoria».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento