Memorial Umberto Paglicci

La Fiorentina si è aggiudicata il primo posto nella finale del memorial Umberto Paglicci superando in finale l’Empoli per 1 a 0 al termine di una gara sostanzialmente equilibrata e combattuta da entrambe le formazioni, espressione di due dei vivai giovanili più importanti d’Italia. Al terzo posto è arrivato il Siena che ha centrato questo obbiettivo superando ai calci di rigore i padroni di casa dell’Arezzo Football Academy che in precedenza sempre ai rigori erano stati eliminati in semifinale dall’Empoli dopo che entrambe le partite erano terminate sull’1 a 1. Al quinto posto si è piazzato il Perugia che ha prevalso sulla SS Arezzo per 7 a 3. Questo il responso finale della terza edizione del memorial Umberto Paglicci che è stata certamente la migliore rispetto alle due precedenti. Senza nulla togliere alle squadre delle prime due edizioni, la terza ha rappresentato per gli organizzatori un ulteriore salto di qualità vista l’adesione di squadre come Fiorentina (vincitrice del memorial) Empoli (seconda classificata) Siena, Perugia, S.S. Arezzo e ovviamente la squadra di casa la Arezzo Football Academy. Una grande manifestazione resa possibile grazie alle aziende GimetBrass e Galvamet, alla famiglia Paglicci, a Rolando Nardis e ad Andrea Ritorni. Tutto questo per ricordare UmbertoPaglicci, imprenditore e grande appassionato di calcio al punto da essere coinvolto in veste di main sponsor dell’Arezzo calcio, squadra della sua città che avrebbe voluto vedere ai massimi livelli nazionali. Un sogno rimasto purtroppo irrealizzato ma crediamo compensato con il fatto che la sua famiglia assieme ai tanti amici che aveva nell’ambiente calcistico, hanno deciso di ricordarlo nel modo forse a lui più gradito: una manifestazione calcistica fatta con i ragazzini. A questo proposito è bello ricordare la sua immagine di grande cultore del calcio con una sua battuta che ci è rimasta impressa: “Si fanno tanti monumenti in giro per la nostra città ma quello più giusto non l’hanno ancora fatto! Io farei un monumento a Menchino Neri che con quella bella rovesciata ci ha fatto rimanere in serie B e ci ha fatto davvero godere di una cosa che ben pochi hanno avuto il piacere di vedere sui campi di calcio! Se fanno il monumento, sono disposto a contribuire!”. Magari questo sogno del monumento a Menchino rimarrà tale ma magari, a breve, ci sarà qualche cosa che potrebbe in qualche modo compensare questo suo desiderio mai realizzato.Tornando al memorial, il tasso tecnico è stato certamente elevato e lo si è visto anche nella fase a gironi. I gigliati si sono imposti per 4 a 0 nei confronti dei ragazzi del cavallino rampante e poi hanno superato gli accademici per 3 a 0 (3 reti subite nel finale del primo tempo e secondo tempo di assoluta qualità) che a loro volta hanno vinto il derby per 3 a 0 relegando quindi la SSArezzo all’ultimo posto. Dominio incontrastato dell’Empoli nel girone B dove gli “asinelli” hanno vinto con i grifoni per 3 a 1 e con il Siena per 7 a 0. La gara più equilibrata del girone è stata quella iniziale tra Siena e Perugia terminata 3 a 2 per i bianconeri in una alternanza di emozioni incredibili.Piazza d’onore quindi per i senesi con il Perugia fanalino di coda a giocarsi il quinto posto con gli amaranto poi superati agevolmente in una gara senza storia. Tutto è filato liscio in campo ma anche sugli spalti le cose sono andate alla grande! Non si sono sentiti urli o spostature nei confronti di avversari ma solo incitamenti equamente distribuiti fra le varie squadre. Ha prevalso il clima di festa e di condivisione, la gioia di stare insieme in un contesto ideale che ha messo in risalto come il calcio può anche unire e non dividere le persone! Particolare toccante prima della premiazione delle squadre quando il capitano della squadra dell’Academy Guido Marmorini e l’allenatore Giacomo Trojanis,unitamente al presidente Umberto Zerbini, hanno consegnato la locandina , una targa riproducente articolo apparso sul Corriere e un mazzo di fiori ad Antonio Paglicci ed alla famiglia. Un modo per sancire una amicizia consolidata e sentita da entrambe le parti.

US Arezzo Football Academy
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento