Impresa Dukes con San Giobbe Chiusi e prima vittoria

Quella di sabato 27 ottobre 2018 rimarrà un impresa storica, tra le più belle dell’era Mameli insieme alle vittorie su CUS Siena e Figline degli anni scorsi. Una vittoria fisico cuore e tecnica, perché e solo così soprattutto con tanto cuore che si firmano le imprese. Davanti ad un folto pubblico, arbitrata da due giovanissimi ma esperti arbitri valdarnesi, scende al Palasport di Sansepolcro quel San Giobbe Chiusi che molti definiscono l’ammazzacampionato, una squadra fatta per vincerlo e forse stravincerlo. La Dukes risponde con una squadra mancante dei due lunghi Monsignori e Santi entrambi non al meglio. In panchina 5 giovanissimi per assaggiare un clima infuocato che farà bene all’esperienza e, visto l’esito finale, alla gloria. Pronti via e la Dukes va avanti 6-0 con Spillantini e Butini oggi particolarmente ispirati. L’avversario è di quelli tostissimi, ma è proprio contro questi avversari che i bianconeri si esaltano. Le due immeritate sconfitte di inizio stagione dovevano trovare una risposta e c’è stata. I quarti scorrono via punto a punto fino al 25esimo (metà terzo quarto) quando per 7-8 minuti i Dukes si prendono una pausa e concedono ai Chiusini un vantaggio che progressivamente assume la dimensione, fino al 3° minuto dell’ultimo quarto, di 14 punti. Un copione già visto a parti invertite 3 settimane fa. Partita in tasca per San Giobbe che controlla agevolmente grazie a Toluwase, imperioso, che chiuderà con 28 punti e a Kebede sempre presente soprattutto da 3. Invece la partita improvvisamente gira a favore dei padroni di casa che recuperano 2 palle e centrano 2 triple da paura con Spillantini e Allegrini rimettendo il risultato in bilico. Alla fine il quarto dirà 24-10 per i Dukes. Ortolani è un gladiatore e lotta e conquista falli a ripetizione, Butini torna cecchino, impressionante dalla lunetta 9 su 9, Spillantini oggi è una montagna invalicabile guida e difende come un veterano nonostante i suoi 20 anni, è incontenibile nelle penetrazioni e ritrova la mira anche dal campo, Cirignoni sembra che voli con le sue lunghissime leve a conquistare la palla quando è in cielo, un gigante. Allegrini e Nocentini, entrambi anima e cervello, completano con la loro prestazione migliore degli ultimi tempi, soprattutto per intelligenza tattica e temperamento, una rimonta alla vigilia e soprattutto a gara in corso praticamente impensabile o impossibile. San Giobbe torna sulla terra e i Dukes forse con questa prestazione suggellano un percorso di ringiovanimento ancora lungo, una scommessa di tutta la dirigenza che pone basi importanti per il futuro. Mameli, oggi coadiuvato dai due assistenti Antonelli e Lucifero, può stare tranquillo il futuro c’è ed il presente non è niente male. Capitan Gaggiottini dà il suo contributo e festeggia nel migliore dei modi il suo 27° compleanno. Auguri!!
DUKES – UMANA SAN GIOBBE CHIUSI 68-63 (21-22) (32-37) (44-53)
MAZZINI, SPILLANTINI 23, DE SIO, NOCENTINI 4, GAGGIOTTINI, CIRIGNONI 11, CASINI, GIOVAGNI, BUTINI 16, ORTOLANI 9, CHIASSERINI, ALLEGRINI 5.

Dukes Basket Sansepolcro
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento