La Sba lancia in serie C i suoi talenti dell’Under18

Tra il vivaio e la serie C, per l’Under18 Tecnoil della Sba ha preso il via una stagione dalle forti emozioni. Questa squadra riunisce dieci cestisti tutti aretini che, nati tra il 2001 e il 2002, nei prossimi mesi vivranno le loro ultime esperienze nel settore giovanile prima del grande salto nella seniores e che dunque rappresentano parte del futuro del basket cittadino. L’importanza riposta in questa categoria è dimostrata dal fatto che la Sba ha deciso di affidarne la guida allo stesso tecnico della C, Giuseppe Delia, dando così vita ad un comune progetto tecnico e tattico per permettere ai giovani dell’Under18 Tecnoil di farsi trovare pronti quando saranno chiamati tra i “grandi”. Elia Baracchi, Stefano Calzini e Matteo Fascetto Sivillo sono i tre ragazzi che già si allenano anche con la prima squadra, ma nel corso dell’anno tutti avranno l’opportunità di vivere un confronto di più alto livello. «In accordo con la società - commenta Delia, supportato negli allenamenti da Mirko Pasquinuzzi, - abbiamo voluto dare continuità tra Under18 e prima squadra. Ogni allenamento è volto a creare moduli e mentalità condivisi, lavorando per permettere al gesto tecnico individuale di inserirsi in un contesto tattico di squadra per accompagnare questi cestisti a raggiungere la definitiva maturazione tecnica, tattica e caratteriale. L’incontro con la prima squadra sarà proposto a tutti i nostri atleti, andando a configurare per ognuno di loro l’emozione di allenarsi con i “grandi” e lo stimolo ad un ulteriore miglioramento». L’Under18 Tecnoil è impegnata nel campionato regionale Gold che, con la riforma di questa stagione, rappresenta il più importante torneo under alle spalle della sola Divisione Nazionale Giovanile. Questa competizione riunisce alcune delle maggiori società della Toscana e la Sba è intenzionata a giocare un ruolo da protagonista, con l’obiettivo di piazzarsi ai vertici della classifica. Per riuscirvi farà affidamento su un gruppo consolidato e affidabile che, oltre ai tre cestisti già citati, fa affidamento anche su Mattia Castellucci, Michele Gilardoni, Amerigo Giommetti, Flori Madalin Nica, Leonardo Pratesi, Giorgio Rossi e Pietro Vannini. «Il primario obiettivo è la crescita individuale e di squadra - continua Delia, - ma è scontato che scenderemo in campo per vincere e per arrivare in alto. La squadra ha già esperienza in campionati importanti, lavora insieme a me da un anno e nelle amichevoli ha ben figurato: questi ragazzi possono regalarsi grandi soddisfazioni in quella che, per molti, sarà l’ultima esperienza giovanile».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento