Lo stop di Spoleto….non ci voleva

Da Spoleto è arrivata, purtroppo per i colori bianconeri, la seconda sconfitta esterna. Dopo Foligno, stop inopinabile, quella di sabato scorso, contro i biancorossi di Cavalli lascia un po’ di amaro in bocca, come si suol dire, perché i bianconeri, superato un momento iniziale di titubanza, si tuffano nel match e riescono ad impensierire la squadra di casa. Messa la….museruola al pericoloso attaccante Falconieri, ispiratore delle trame offensive degli spoletini, i ragazzi di Bricca riescono a gestire bene il gioco e passano meritatamente in vantaggio con Massai. Poi il secondo tempo che si apre, immediatamente, con il pari umbro e dopo appena otto minuti, arriva il classico gol da cineteca, quelli, per intenderci, che riescono una volta a campionato e i bianconeri vanno sotto. Vani poi i tentativi di riuscire ad agguantare il match e ristabilire le sorti dell’incontro. La classifica certo piange questi punti lasciati per strada, prima Castel del Piano, poi la sfortunata prova con la Narnese ed ora Spoleto. Ma, torniamo a ripetere, il campionato è ancora lungo, anche se il calendario va avanti inesorabilmente e tempi per calarsi, mentalmente su questo nuovo torneo che è l’Eccellenza Umbra, ci sono, ma bisogna farlo al più presto. L’opportunità si presenta, anche se la gara non sarà semplice, domenica prossima con il match al Buitoni contro l’Angelana che domenica ha fermato la capolista Lama (si torna all’ora solare quindi calcio d’inizio alle 14,30 salvo cambiamenti) con il Sansepolcro, tecnicamente tra le migliori squadre del torneo lasciatecelo questo dire, che deve entrare in quella mentalità, che tante compagini hanno acquisito negli anni passati: quella di essere consapevole che questo è il difficile e diverso Campionato di Eccellenza Umbra.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento