La storia dell’Alga EtruscAtletica premiata dal Panathlon Club Arezzo

Un viaggio nell’atletica aretina di ieri, di oggi e di domani. Ad averlo proposto è stato il Panathlon Club Arezzo che, nella sua ultima serata conviviale, ha premiato una rappresentativa di atleti dell’Alga EtruscAtletica che nel corso degli anni sono riusciti ad emergere a livello nazionale nelle varie discipline di corsa, salti e lanci. L’iniziativa, dal titolo “La scuola d’atletica di Arezzo”, si è sviluppata attraverso i racconti dei protagonisti e la proiezione di video che hanno permesso di ripercorrere i successi e le emozioni raggiunti in uno sport dove gli aretini da decenni riescono a lasciare il segno. Il contributo al movimento italiano portato dall’Alga EtruscAtletica e dalle società precedenti, infatti, è testimoniato dai numerosi titoli tricolori e dalle ben venticinque convocazioni in nazionale ottenute negli ultimi quarant’anni. La serata ha visto la presenza di due atleti del passato che sono stati pluricampioni italiani e che hanno meritato l’azzurro come Silvia Biondini e Luca Cosi (quest’ultimo ha detenuto anche il record nazionale nei 400 ostacoli), oltre ad Anna Visibelli che vanta un curriculum ricco di successi nel salto in lungo e che è tornata recentemente a gareggiare. A rappresentare il futuro sono stati Chiara Salvagnoni (medagliata ai campionati italiani nel lancio del peso), e il gruppo del 2003 formato da Noemi Biagini, Danyella Brunelli e Lorenzo Pambianco che nel 2018 si sono laureati campioni regionali rispettivamente in lancio del giavellotto, salto triplo e 300 piani, e hanno poi centrato le finali tra i migliori otto ai Campionati Italiani Cadetti. Questi atleti ed ex atleti, premiati dal presidente del Panathlon Club Arezzo Piero Ferruzzi, sono stati accompagnati dal presidente dell’Alga EtruscAtletica Stefano Arniani e dai tecnici Gloria Sadocchi e Paolo Tenti. Quest’ultimo, tra l’altro, ha ringraziato il Panathlon Club Arezzo per essere stato promotore dell’intitolazione del nuovo campo di atletica al padre Enzo Tenti, dirigente della federazione nazionale e artefice dello sviluppo del movimento ad Arezzo. Alla serata, a cui era invitata anche Benedetta Cuneo, erano presenti il delegato provinciale del Coni Giorgio Cerbai, il delegato provinciale della Fidal Enrico Calcini e il direttore di Teletruria Luca Caneschi. «Ringraziamo il Panathlon Club Arezzo per l’ospitalità - commenta Sadocchi, responsabile del settore agonistico, - e per una serata in cui è stato valorizzato il paziente lavoro svolto da una società che da sempre è attenta alla crescita e alla formazione dei giovani».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento