L’Arezzo Karate 1979 coglie cinque bronzi all’Open di San Marino

Cinque medaglie internazionali aprono il nuovo anno di gare dell’Arezzo Karate 1979. La società guidata dal maestro Alessandro Balestrini ha rotto il ghiaccio all’Open di San Marino che, dai bambini ai Master, ha visto sfidarsi oltre quattrocento atleti di settantuno squadre italiane ed europee. In questo importante scenario, l’Arezzo Karate 1979 è riuscito a ben figurare cogliendo cinque bronzi con i suoi quattro ragazzi che hanno affrontato la trasferta accompagnati dai tecnici Enrico Pelo e Michele Luttini. Un contributo importante a questo bel palmares è merito di Marco Pastorini del 1999 che è riuscito a salire per due volte sul podio, lasciando il segno nei -60kg di entrambe le categorie in cui ha combattuto: Senior e Under21. Queste soddisfazioni rappresentano il giusto premio per un atleta che, nel corso dell’Open, ha dimostrato il suo valore anche contro avversari di assoluto livello come il campione del mondo Matteo Landi della bresciana Master Rapid Skf, con cui ha subito una sconfitta ma a cui è riuscito a tenere testa. Gli altri bronzi sono arrivati con Simone Benincasa nei -67kg Senior, Sara Benincasa nei -48kg Junior e Marco Paglicci nei -76kg Junior che a San Marino hanno trovato la gioia delle loro prime medaglie internazionali. Archiviata questa gara, l’Arezzo Karate 1979 è già pronto a lanciare l’assalto alla Coppa Italia di Kumite (Combattimento). Sabato 17 e domenica 18 novembre, il PalaPellicone di Lido di Ostia ospiterà l’importante trofeo nazionale che vedrà mettersi alla prova due atleti aretini: il primo a scendere sul tatami sarà Pastorini che sarà impegnato nell’Under21, mentre successivamente sarà la volta del veterano Roberto Paglicci che si misurerà tra gli adulti della categoria MasterC 45-50 anni nei -75kg. Quest’ultimo atleta ha vinto il titolo italiano nel 2017 e nel 2018 (dopo essersi aggiudicato il bronzo nel 2016), dunque combatterà con l’obiettivo di centrare la vittoria e di andare così ad arricchire ulteriormente la bacheca dell’Arezzo Karate 1979. «L’Open di San Marino - commenta Balestrini, - ha rappresentato un bel banco di prova che i nostri atleti hanno egregiamente superato, riuscendo ad iniziare la nuova stagione con ben cinque bronzi. Ora ci avviciniamo con tanto entusiasmo e con grandi aspettative alla Coppa Italia, dove schiereremo due dei nostri migliori atleti: Paglicci da anni si sta confermando tra i più forti d’Italia, ma puntiamo anche su Pastorini perché è un ragazzo esperto, che ha dimostrato di saper affrontare ogni avversario e che si impegna quotidianamente negli allenamenti».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento