Prato rimane un tabù per l’Amen Scuola Basket Arezzo

Sibe Pallacanestro Prato-Amen Scuola Basket Arezzo 77-65
Parziali: 10-9; 39-34; 66-45
Sibe: Danesi 17, Staino 2, Fontani 20, Pinna 13, Taiti 11, Biscardi 3, Smecca 11, Saccenti ne, Sangermano, Guarducci ne, Manfredini ne, Marini ne. All. Pinelli
Amen: Baracchi ne, Dolfi 18, Cutini 16, Kyrlis 6, Gramaccia 8, Fascetto ne, Vannini 2, Bianchi, Calzini, Liberto, Giommetti 8, Provenzal 7. All. Delia
Torna ancora a mani vuote dalla trasferta di Prato l’Amen Scuola Basket Arezzo costretta alla resa dalla Sibe per 77 a 65 che infligge agli amaranto la seconda sconfitta consecutiva in campionato, la prima lontano dal Palasport Estra. A decidere la gara il parziale del terzo quarto dove i padroni di casa hanno messo a referto 27 punti contro gli 11 della squadra di coach Delia che non è riuscita in attacco a creare le giuste situazioni per rimanere in scia agli avversari. Il primo quarto della partita ha visto entrambe le squadre litigare con il canestro, dopo quasi 8 minuti di gioco infatti il punteggio era fermo sul 4-2 per Arezzo prima del 10-9 per la Sibe alla prima sirena. Nel secondo quarto cambia il ritmo della gara diventata piacevole, Smecca da un primo strappo a favore della squadra di casa, l’Amen reagisce con i canestri di Dolfi e Gramaccia tenendo a stretto contatto Prato prima della tripla sulla sirena di Fontani che manda le squadre negli spogliatoi sul 39-34. Al rientro in campo la Sibe spezza in due la gara, una serie di sette triple messe a segno in dieci minuti mettono in ginocchio l’Amen che da parte sua nella fase offensiva perde una serie di palloni che bloccano totalmente la produzione di canestri. Al terzo mini intervallo il punteggio vede Prato toccare il +19 (66-45), l’Amen prova una reazione che consente agli amaranto di ridurre un po’ il divario fino al 77-65 finale che rende meno amaro nel punteggio una sconfitta che nella seconda parte di gara è stata netta. Nota positiva il primo canestro di un determinato Vannini, classe 2002 e figlio d’arte, visto che il padre Francesco aveva militato negli anni 90 nell’allora Basket Arezzo. Domenica gli amaranto avranno un nuovo impegno in trasferta, ad Empoli con il Biancorosso, urge un’inversione di tendenza per provare a tornare al successo e cominciare ad avere quella continuità di rendimento necessaria per rimanere nei piani alti della classifica.

Ufficio Stampa Amen Scuola Basket Arezzo
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento