E' Finale di Coppa Italia

Con il cuore oltre l’ostacolo il Terranova Traiana approda per la prima volta nella sua storia alla finale di Coppa Italia riservata a società iscritte al campionato regionale di Promozione Toscana. Quando oramai si stava materializzando lo spettro dei supplementari, al primo dei quattro minuti di recupero, così come successo a Gaiole nei quarti di finale contro la Chiantigiana, Andrea Massai (24 anni tra un mese) tirava fuori dal cilindro un lob che si insaccava imparabile in fondo al sacco, facendo impazzire di gioia il numeroso pubblico di marca terranuovese, accorso in massa al Fabio Bresci della Rufina. Team di Becattini che era passato in vantaggio grazie ad un colpo di testa vincente di Sacconi (terzo centro in coppa) al 36′ del primo tempo, dopo un miracolo precedente dell’estremo bianconero su una staffilata dalla distanza di Dati. Poi una disattenzione difensiva del pacchetto arretrato biancorosso permetteva alla Rufina di ristabilire la parità nel finale di frazione. Nella ripresa con orgoglio, spirito di abnegazione, sacrificio e tenacia Marzi e compagni resistevano alle folate bianconere che sfioravano il vantaggio colpendo pieno un palo a Poponcini battuto, si ridestavano grazie ad un quasi gol di Francini, raggiungendo l’apoteosi nel recupero con il terzo centro in coppa di Massai, il secondo decisivo dopo quello realizzato contro la Chiantigiana, che dava il là all’impresa del Terranuova Traiana. Club del presidente Mauro Vannelli che contenderà l’ambito trofeo ai pisani del Cascina, vittoriosi in casa 2-0 contro i fiorentini del Montespertoli. Cascinesi secondi della classe con 32 punti nel girone C di Promozione che proprio domenica prossima in casa contenderanno il primo posto alla capolista Frates Perignano che comanda a quota 34, in un raggruppamento che vede tuttavia ben 8 squadre raccolte in fazzoletto di 5 punti. Coppa Italia che tornerà in scena ad aprile, data ancora da stabilire, nella splendida cornice del Gino Bozzi di Firenze, terreno di gioco del Porta Romana, ma anche Centro Tecnico Federale della Figc. Il sogno continua. Da domani però testa e gambe al campionato.

Francesco Pianigiani
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento