Under14 Sba, una stagione senza vittorie ma con tanto entusiasmo

Zero vittorie in campionato, ma un grande entusiasmo in ogni partita e in ogni allenamento. L’Under14 Galvar rappresenta all’interno della Scuola Basket Arezzo un piccolo positivo esempio di come sia possibile vivere lo sport come una reale occasione di aggregazione, di crescita e di amicizia, anche in caso di mancanza di risultati. I dieci ragazzi del 2005 che compongono la squadra non sono stati infatti demoralizzati dalla quindici sconfitte rimediate nelle quindici partite finora giocate nel difficile campionato regionale d’Elite, ma stanno continuando a seguire con attenzione e impegno gli insegnamenti del loro tecnico Umberto Vezzosi e del suo collaboratore Mirko Pasquinuzzi, con una presenza costante agli allenamenti e con un continuo miglioramento. «Ad inizio stagione - spiega Vezzosi, responsabile tecnico della Sba, - abbiamo deciso di disputare il torneo d’Elite pur sapendo che sarebbe stata un’annata dura e avara di risultati, ma con la consapevolezza che un confronto di più alto livello avrebbe aiutato i ragazzi a crescere. Per questo motivo, i nostri atleti non si sono abbattuti e si respira ancora un clima di grande entusiasmo». A penalizzare finora l’Under14 Galvar è stato soprattutto il profilo fisico e la mancanza di centimetri di altezza rispetto agli avversari che sono stati causa di tante delle quindici sconfitte. A livello di tecnica e di gioco, infatti, la squadra ha tenuto testa a molte rivali e in alcune partite il risultato è rimasto a lungo in bilico (ad esempio, contro Scandicci Basket, Prato 2000 o Don Bosco Figline). I giocatori maggiormente in evidenza in questa stagione sono stati Riccardo Pratesi e Gianmarco Nocenti, poi c’è Leonardo Sandrelli che ha iniziato pallacanestro da poco ma che si è già dimostrato una pedina importante, mentre a chiudere il roster sono George Stefan Barbu, Giacomo Caldora, Tommaso Capacci, Giacomo Casini, Samuele Marcantoni, Cesare Salvi e Francesco Tersillo. Un contributo importante alla squadra, infine, sta arrivando da due atleti del 2006 che militano nell’Under13 Hotel Planet ma che sono spesso integrati nella categoria superiore: Mattia Lanucci e Mirko Vagnuzzi. «L’obiettivo è di vivere una seconda fase di stagione in crescendo - aggiunge Vezzosi, - dove riuscire a centrare qualche vittoria. A prescindere dai risultati, comunque, questa squadra è un esempio di impegno e di dedizione, e l’esperienza maturata nel difficile campionato d’Elite sarà particolarmente utile in vista del futuro».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento