Virtus Certaldo - Sporting Valdambra 45-53

Dopo il cambio di allenatore e la concomitante ripresa di confidenza con la vittoria (sabato scorso è toccato alla Laurenziana prendere una discreta batosta), lo Sporting Valdambra, targato Coop Bucine, va a testare l’effettiva veridicità della propria rinascita su uno dei parquet più difficili e blasonati dell’intera serie D, quello della Virtus Certaldo di coach Baldini, un altro nome di rilievo nelle minors. All’andata, il team di Ponticino espresse una buona prestazione e Certaldo, complice anche un Cantini molto impreciso, uscì meritatamente sconfitto dal campo dei biancoverdi del Presidente Bulletti. Quella di stasera rappresenta comunque per entrambe le squadre una sfida importante e complessa. Certaldo ha il fattore campo a favore e il morale alto per la vittoria di misura di domenica scorsa sul campo della Polisportiva Galli. Lo Sporting ha dalla sua parte un abbrivio positivo per la vittoria molto netta ottenuta contro la Laurenziana, oltre a un pari morale alto per il modo con il quale si è realizzato tale successo. Coach Quaglia ha cercato in settimana di caricare al massimo i suoi per cercare l’exploit in terra boccaccesca e riavvicinarsi di conseguenza a posizioni più serene nella griglia playoff. Cosa che anche Certaldo cercherà di fare, soprattutto per provare a dare un concreto assalto ai battistrada Grosseto, Asciano e Campi Bisenzio. Nello Sporting ci sono da segnalare le pesanti assenze di Alfieri, Bies, Provenzal e Lanucci. Rientro nel team aretino comunque per Naldini e Ciabatti. Pronti, via. Fregola per entrambe le squadre nei primi minuti, intensità ma anche molta imprecisione al tiro. I liberi di Tello danno inizio alle danze al 3’, in attesa che le squadre prendano meglio le misure. Certaldo ha da Cantini i primi punti e allunga sull’8-2 al 5’. Lo Sporting stringe le maglie e recupera qualcosa con Tello (8-5, al 7’), ma le squadre non sono molto redditizie a canestro. Certaldo prova quindi a sfondare nel colorato degli ospiti (10-5, al 9’) e appare più reattiva a rimbalzo rispetto agli avversari. Balsimini prende finalmente un po’ di iniziative e Valdambra con Giacomo Cacioli reattivo appare deciso a non farsi staccare (10-8, a fine primo tempino). Nella seconda frazione, la squadra di Quaglia riparte male e la Virtus con un buon Cantini rimette più luce tra i punteggi (14-8, al 13’). Tello è ben marcato, lo Sporting pare appannato e subisce ancora una tripla da Cantini, ma la partita è bruttina da ambedue le parti. Punteggio basso, ma anche difese solide per il 22-12 del 18’, Valdambra reagisce però negli ultimi minuti e con un Naldini guerriero prova a recuperare. Nonostante il perdurare dei palloni persi dallo Sporting, i padroni di casa non riescono a riprendere il feeling con il canestro e quindi sono i tiri liberi a segno di Stagi che portano il punteggio di metà partita sul 22-17. Terzo quarto. Balsimini gode di una certa libertà e mette subito un paio di buoni canestri. Innocenti completa l’opera e dopo il riaggancio c’è il sorpasso dello Sporting al 23’ (22-25). Virtus stordita ma subito Cantini mette le squadre in parità con un’ennesima tripla. Ad un buon Balsimini risponde ancora Cantini da tre, ma la gara è in totale equilibrio (30 pari al 27’). Ora la partita è più godibile ma l’intensità delle squadre è sempre palpabile. Stagi mette una tripla importante e Valdambra appare combattere a viso aperto su ogni pallone (32-36, al 29’). Dopo il tecnico a coach Baldini, il terzo tempino si chiude sul 32-37 con Valdambra sicuramente in tiro e Certaldo a fare i conti con le proprie incertezze. Ultima frazione con le squadre a darsi dura battaglia. Stagi e Tello mantengono i loro colori sul 37-42 del 33’, ma la gara è completamente aperta ed ora anche appassionante. Stagi vola in contropiede, Giacomo Cacioli e Tello portano Valdambra sul 39-48 del 37’. Certaldo non appare lucida e soffre i morsi alle gambe che la Coop Bucine infligge al quintetto bianco arancio. Due liberi di Tello (che stasera ha fatto pentole e coperchi) portano Valdambra per la prima volta in doppia cifra di vantaggio (40-50 al 39’). La gara è quindi ormai indirizzata. Coach Baldini ritira in panca anche uno stanchissimo Cantini, ottimo nel primo tempo ma molto impreciso nella seconda parte di gara. La Virtus è ormai groggy e Valdambra porta a casa un meritatissimo successo (45-53, il finale) di grande valore. L’aver costretto con una difesa pazzesca una squadra di talento come Certaldo ad una affannosa ricerca del canestro (soli 45 punti a segno sul parquet amico) è nota di alto merito per il team guidato da Quaglia. Team che conferma pienamente le impressioni della scorsa settimana e che si propone per diventare una squadra protagonista dell’ultimo terzo di questa stagione regolare.
TABELLINI Sporting Valdambra Bucciolini, Stagi 15, Balsimini 13, Naldini 3, Cacioli G. 4, Innocenti 5, Tello 11, Cacioli L. 2, Senis, Ciabatti. All.re Quaglia

Gennaro Tello
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento