Sporting Valdambra - Firenze 2 84-75

Rush finale per la Coop Bucine. Quattro giornate alla fine, raggiungimento della griglia playoff che avrebbe del miracoloso e tentativo di fare il minimo sindacale battendo il già retrocesso Firenze 2. Inutile rivangare gli errori del passato, le scelte non produttive e i rimorsi per aver forse perso un’opportunità di sicuro alla portata della squadra di Ponticino, quella del primo playoff di Serie D. Comunque, tutto demandato ai risultati delle altre squadre. Il destino dello Sporting non è più nelle proprie mani e, oltretutto, ci sarebbe da fare un 4/4 che appare difficilissimo da ottenere visti i prossimi incontri contro Asciano e la Sestese. Stasera, coach Quaglia non ha ancora pronto Stagi ma recupera Lanucci per Balsimini, il resto è invariato rispetto alla netta sconfitta di Campi Bisenzio. Lo Sporting inizia la partita senza particolare brillantezza ed è sull’8-9 al 5’. Alfieri si scalda con un paio di triple e siamo 16-13 all’8’, ma Firenze 2 è tranquilla e si rende efficace anche da tre punti per il 20-18 di fine prima frazione. Gli ospiti iniziano il secondo quarto con la consueta flemma e trovano aggancio e sorpasso (22-25, al 12’), ma Tello decide che è ora di entrare in azione e Valdambra ritrova verve (28-25, al 14’). Firenze 2 non si scompone più di tanto e resta agganciata al punteggio (30 pari al 17’) e sfruttando una difesa di casa assolutamente poco attiva e volenterosa si porta anche avanti di qualche incollatura. I giocatori di casa hanno però un sussulto di orgoglio e rimettono le cose su un piano a loro più favorevole (41-37, a metà gara) con le iniziative a buon fine di Giacomo Cacioli, Alfieri e Bucciolini. Valdambra torna in campo certamente conscia di non avere dato il meglio di sé contro un team decisamente inferiore tecnicamente, anche se onorevolmente disposto a fare la propria serena partita. Tale convinzione porta a un’immediata tripla di Bucciolini, ma Firenze 2 rintuzza subito. Lo Sporting però è ora più deciso e con Tello in auge raggiunge la doppia cifra di vantaggio (50-39, al 32’). Firenze 2 prova a riprendersi ma i cambi ordinati dalla panchina ospite non sortiscono effetti. Anzi, Alfieri, Tello e Innocenti portano il divario sul 67-51 al 38’. Dopo un time out rivolto a far cambiare verso alla gara, gli ospiti passano a zona e questo infastidisce i giocatori di Quaglia quel poco che occorre per chiudere la terza frazione in svantaggio di solo 13 punti (68-55). Nell’ultimo periodo, Valdambra sembra controllare meglio il punteggio attaccando la zona avversaria con più costrutto, ma poi gli aretini si spengono improvvisamente dando spazio al contropiede e alla rimonta dei blu (74-67 al 35’). Lo Sporting comunque controlla meglio il ritmo di gara e mantiene un distacco tranquillo con i liberi di Bucciolini fino al finale (84-75). Che dire di questa partita? Valdambra per niente trascendentale in difesa (75 punti subiti dall’ultima in classifica), un attacco alla zona tutto da rivedere, anche per la scarsa adrenalina comprensibilmente presente in una gara comunque tenuta sotto controllo. Certo che con Asciano il team di coach Quaglia dovrà mostrare una maschera molto diversa per provarci davvero. Basterà aspettare qualche giorno e sapremo se ci riuscirà.
Tabellini Sporting Valdambra Bucciolini 20, Provenzal 5, innocenti 4, Tello 21, Alfieri 21, Cacioli G. 9, Cacioli L. 4, Senis, Cerri. All.re Quaglia

Gennaro Tello
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento