Tito Mariottini conquista le finali nazionali di ginnastica artistica

La Ginnastica Petrarca parteciperà alle finali nazionali individuali di ginnastica artistica. Il merito è di Tito Mariottini del 2004 che, dopo la vittoria del titolo regionale, ha gareggiato nella fase interregionale di Padova e ha colto un ottimo terzo posto tra gli Junior1 che è valso l’accesso tra i migliori d’Italia che il 18 e il 19 maggio potranno contendersi il tricolore. L’aretino, allenato da Stefano Violetti e Jacopo Pineschi, si è misurato nella gara all-round della più importante categoria Gold e si è messo alla prova in un programma di esercizi tra corpo libero, cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele e sbarra, con il bronzo finale che ne ha testimoniato la completezza e la preparazione in ogni specialità dell’artistica. Particolarmente positiva è risultata la prova agli anelli dove Mariottini ha meritato dalla giuria il miglior punteggio in assoluto, legittimando un podio alle spalle dei soli Ludovico Pinotti del Panaro Modena (atleta che sta disputando il campionato a squadre di serie B con la Ginnastica Petrarca) e del friulano Daniel Zanello del Santa Maria di Lestizza. Alla fase interregionale era presente anche Mattia Boncompagni che, campione toscano negli Allievi A4, è tornato in pedana dopo un mese di stop a causa di un infortunio alla mano e ha chiuso la gara in un decimo posto che non gli ha permesso di accedere alle finali tricolori. Archiviata la trasferta padovana, la Ginnastica Petrarca ha riunito tutti i suoi più giovani atleti al palasport “Mario d’Agata” per rinnovare il tradizionale appuntamento con il Trofeo di Primavera che ha rappresentato un’occasione di confronto rivolta ai tre settori di ginnastica ritmica femminile, ginnastica artistica femminile e ginnastica artistica maschile. Questa manifestazione ha proposta una gara interna alla società che ha coinvolto circa duecento ginnasti e ginnaste a partire dai quattro anni che, non ancora nell’agonistica e dunque non impegnati in manifestazioni ufficiali federali, sono stati divisi per fasce d’età e hanno dato vita ad un ricco alternarsi di esercizi a corpo libero e con attrezzi. Il Trofeo di Primavera, dunque, ha rappresentato un momento per divertirsi, per dare dimostrazione delle tecniche apprese nel corso degli allenamenti, per misurarsi con i propri compagni, per vivere le emozioni di una piccola gara, per ottenere le prime medaglie e per esibirsi davanti a tecnici, dirigenti, genitori e parenti. «Questa manifestazione - commenta il presidente Paolo Pratesi, - ha rappresentato un bel momento di festa rivolto a tutti quei piccoli atleti e quelle piccole atlete che hanno iniziato ginnastica da poco, a cui abbiamo fornito l’opportunità di esibirsi e di meritare le prime medaglie della loro carriera sportiva».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento