Sconfitta all'esordio per l'Arnopolis

Prima uscita stagionale per la Serie C femminile che esce sconfitta per 3-1 a Firenze contro Olimpia Il Bisonte, ma a testa alta e con molti rimpianti. Le Casentinesi prive della giocatrice più rappresentativa ed esperta Diago Silva Yumi, ferma ai box per problemi di tesseramento causati da una Federazione che invece di tutelare le proprie Società, le irretisce, creando continui problemi di carattere burocratico, hanno approcciato la difficile trasferta di Firenze con grande piglio, ma disunendosi nei momenti cruciali della gara, in special modo nel primo set, che le vedeva dominare in tutti i fondamentali e in vantaggio per 18-10, andando poi a perderlo per 25-23. Il secondo set è stato tutto a rincorrere un'avversaria scappata via già dai primi punti che ci ha visto in parte rimontare, ma cedere per 25-15. Terzo set dominato e sempre in vantaggio di molti punti, rosicati sul finale dalle avversarie,ma portato in fondo sul 25-21. Nel quarto set le fiorentine sempre avanti, ma che hanno subito un grande ritorno delle ragazze dell'Arnopolis, che in procinto di riprendere in mano la gara sono state "tarpate" da due evidenti errori arbitrali (fino al quel momento dobbiamo dire arbitro quasi perfetto) e sconfitta per 25-22. Era la prima gara in serie C e c'era sicuramente tanta tensione e voglia di fare, cose che a volte complicano anche le giocate più semplici. Chiudiamo il sipario su questa gara che sicuramente ha dato modo di vedere al coach Peruzzi dove cè più da lavorare e con la speranza di avere in campo nel prossimo impegno al Dello Sport di Domenica 27 ottobre la nostra Yumi. 
Altra buona prestazione della under 16 femminile che con un secco 3-0 (25/20-25/16-25/14) vince ad Arezzo con il Saione Pallavolo la terza gara sulle tre disputate. Complimenti alle ragazze. 
Vittoria anche per la Under 13 femminile Pallavolo Casentino che in trasferta a Castiglion Fiorentino ha centrato la vittoria per 2-1 contro il Cassero Volley. Complimenti alle ragazze e alla coach Costanza Rossini.

Giorgio Peruzzi
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento