I numeri del campionato – 12° giornata

Nel 12° turno del campionato di Eccellenza si sono verificati ben 5 pareggi (4 dei quali sul risultato di 1-1), a fronte di 2 vittorie casalinghe (di Ducato e San Sisto) e di 1 affermazione in trasferta (del Tiferno 1919). Nelle 96 partite disputate fin qui 34 sono terminate in perfetta parità, mentre solo 27 sono state ad appannaggio delle squadre impegnate in campo esterno. I gol realizzati in questo turno sono stati 21, quelli complessivamente messi a segno da inizio stagione sono diventati 225. La 12° giornata ha portato a una nuova situazione in testa alla classifica, dato che la Narnese è stata fermata sul pari interno dall’Assisi Subasio venendo agganciata a quota 26 dal Tiferno 1919 che si è invece imposto per 2-0 fuori casa con il Gualdo Casacastalda. L’ex capolista ha rallentato la propria marcia dopo 4 affermazioni, ma ha comunque conquistato il 7° risultato utile consecutivo, i tifernati hanno invece ottenuto la 2° vittoria di fila (8° complessiva da inizio stagione, 5° su 7 gare disputate in trasferta). Per il tandem di testa si tratta di un primo tentativo di fuga considerando che le dirette avversarie non sono riuscite a centrare il massimo risultato. Lo Spoleto ha perso 2-1 fuori casa con il San Sisto, ha incassato la 2° sconfitta consecutiva dopo quella interna del turno precedente con la Narnese, è rimasto ferma a quota 21 ed è stato raggiunto al 3° posto a quota 21 dall’Angelana che in seguito al pareggio di Sansepolcro ha collezionato il 4° risultato utile di fila. Leggera frenata dopo 4 successi per il Lama che ha impattato per 1-1 tra le mura amiche con il Castel del Piano centrando però il 5° risultato positivo e salendo a quota 19. A 18 e a -1 dalla zona play off ci sono Orvietana (al 6° pareggio stagionale) e Sansepolcro (“x” casalingo con l’Angelana e 3° risultato utile). Il Ponte Valle Ceppi è tornato a far punti dopo 2 sconfitte ed è salito a quota 16, il Castel Del Piano ha centrato il 3° “x” consecutivo ed è salito a 15 così come la Nestor che ha invece raccolto il 4° risultato utile (2 vittorie e 2 pareggi), mentre la Trasimeno con il 3° pari di fila è arrivata a quota 14. Nella zona play out da segnalare che il Ducato ha vinto 3-1 in casa con l’Ellera tornando a far punti dopo 3 ko e agganciando a quota 12 l’Assisi Subasio (pari con la Narnese e capace di riscattare le 2 sconfitte di fila) e che il San Sisto battendo lo Spoleto ha rialzato la testa dopo 5 ko salendo a quota 11. Ancora sconfitte Gualdo Casacastalda (7 punti) ed Ellera (fanalino di coda a quota 3).
Sansepolcro ripreso in extremis
Il Vivi Altotevere Sansepolcro ha visto sfumare al 94’ la 3° vittoria consecutiva venendo raggiunto sull’1-1 dall’Angelana. Il 7° gol stagionale di Valori aveva “illuso” il team di mister Bonura che però non è riuscito a replicare quanto fatto con Assisi Subasio ed Ellera. I bianconeri hanno conquistato comunque il 3° risultato utile ed in seguito al 6° pareggio stagionale (il 3° tra le mura amiche) sono saliti a quota 18. Nel prossimo turno il Sansepolcro farà visita al Tiferno 1919 per un derby che si annuncia intenso, atteso e soprattutto fondamentale ai fini della graduatoria. In trasferta i biturgensi sono reduci dalla vittoria con l’Ellera (2° successo esterno in campionato) ed hanno fino ad ora conquistato 9 punti (2 affermazioni, 3 pareggi e 1 ko con 6 gol realizzati e 5 incassati). L’unica sconfitta è stata quella del 3 novembre (1-0 a Spoleto). Il Tiferno 1919 ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza Umbra e guida la classifica in campionato con 26 punti assieme alla Narnese. La compagine di mister Santececca è reduce da 2 affermazioni di fila senza reti al passivo e ha vinto 8 delle 12 partite fin qui disputate. I risultati positivi sono 3, l’ultimo ko è quello patito il 3 novembre sul campo dell’Orvietana. I tifernati nelle 5 gare giocate tra le mura amiche hanno raccolto 11 punti, in virtù di 3 successi e 2 pari (con 8 gol all’attivo e 3 al passivo). La posta in palio è molto alta e il Sansepolcro se vorrà restare agganciato al “treno” delle migliori è chiamato ad ottenere un risultato positivo. Poche alternative quindi, serve una grande prestazione.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento