Serie D: Grassina – Aquila Montevarchi

Aver inanellato tre risultati utili consecutivi, che testimoniamo la crescita generale di tutto il gruppo, porterà l’Aquila Montevarchi a sfidare i fiorentini del Grassina, turno numero undici del Campionato Nazionale Serie D, con un pizzico di sicurezza in più. Nonostante il trend positivo della squadra di mister Malotti, la sfida presenterà notevoli difficoltà per i nostri ragazzi che dovranno, innanzitutto, abituarsi alle insidie del manto sintetico e poi far fronte anche alla forza dell’avversario che ha avuto un inizio di stagione di assoluto rispetto. Ma andiamo con ordine. Per ovviare alla problematica relativa al campo, la truppa si è preparata tutta la settimana su manti sintetici proprio per preparare al meglio la gara e per non lasciar al caso nessun dettaglio. Per fronteggiare l’avversario, invece, una formazione che si sta dimostrando capace di segnare gol a raffica visto il terzo miglior attacco del girone, che vola sulle ali dell’entusiasmo e reduce dal successo contro la corazzata San Donato Tavarnelle, occorrerà una gara attenta, maschia e dal tasso tecnico rilevante. Per l’Aquila, dopo le buone notizie arrivate dal campo grazie all’importante successo casalingo contro lo Scandicci di Domenica scorsa, arrivano novità anche dall’infermeria: capitan Mannella è di nuovo disponibile visto che ha smaltito definitivamente i problemi che lo hanno attanagliato in questo inizio di stagione. Infine, restando sul capitolo infortunati, ancora qualche problema per Massimiliano Benassi che non sarà della partita Domenica, mentre Bruschi, uscito anzitempo contro lo Scandicci, ha riportato un trauma muscolare di importante entità. I prossimi accertamenti chiariranno sicuramente meglio l’entità, ma occorrerà aspettato almeno fino a Gennaio per rivedere in campo il giovane difensore.
Alè Alè Rossoblè
Arbitro dell’incontro: Sig. Gianluca Renzi Sez. Pesaro
Assistenti: Sig. Mirko Gizzi Sez. Ciampino e Sig. Gino Passaro Sez. Salerno

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento