Baldaccio ko 2-0 in casa con il Signa

Baldaccio Bruni – Signa 0-2
Baldaccio Bruni Anghiari: Giorni, Piccinelli, Capacci (Rosati 62’), Bruschi, Angiolucci, Bruni, Bucaletti, Barbini (Adreani 72’), Battistini, Alomar, Quadroni. A Disposizione: Piccini, Panicucci, D’aprile, Goretti, Danzè, De Falco, Cavalli. All. Tommaso Guazzolini.
Signa: Lensi, Franzoni, Carlucci, Dini, Alicontri, F. Gemignani (M. Gemignani 24’ E Shabanaj 83’), Ammannati (Gabrielli 70’), Nencini, Sordi (Cecchi 58’), Terramoto (Falorni 66’), Capochiani. A Disposizione: Daddi, Gelsumini, Gambini, Bartolozzi. All. Enrico Cristiani.
Arbitro. Francesco Raciti (Siena). Assistenti: Luca Lagana (Siena) E Emanuele Petrakis (Siena).
Reti: Carlucci Al 50’ E Terramoto Al 60’.
Note. Espulso Angiolucci (B) All’85’. Ammoniti: Piccinelli, Bruschi, Bucaletti, Ammannati, M Gemignani. Angoli: 12-2. Recupero: 2’+4’.
La Baldaccio Bruni Anghiari ha perso 2-0 al Saverio Zanchi con il Signa nella gara valevole per il 14° turno del campionato di Eccellenza Toscana Girone B ed è caduta dopo 5 risultati utili consecutivi restando ferma a quota 19 punti in graduatoria. I biancoverdi non sono riusciti a sfruttare le opportunità costruite e all’inizio della ripresa hanno incassato i due gol che hanno deciso il punteggio. Continua invece l’ottimo momento del Signa che ha centrato il 5° risultato utile consecutivo salendo a quota 22 punti.
LA CRONACA DELLA SFIDA
Mister Guazzolini deve rinunciare agli squalificati Invernizzi (3 turni di stop), Torzoni e Farinelli e schiera la Baldaccio con Giorni tra i pali, Capacci, Angiolucci, Bruni e Piccinelli in difesa, Barbini, Bruschi ed Alomar a centrocampo, Battistini, Bucaletti e Quadroni in attacco. Tre squalificati anche nel Signa di mister Cristiani che deve rinunciare a Coppola, Rosi e Ficarra. Punto di riferimento offensivo degli ospiti è Sordi. La squadra biancoverde si fa preferire nel primo tempo per possesso palla e occasioni costruite. Al 16’ prima occasione sul piede di Bucaletti che però calcia sopra la traversa. Due minuti dopo bel contropiede gestito da Barbini per Battistini che elude la copertura di Nencini liberandosi per la conclusione, ma trovando la pronta risposta di Lensi. L’opportunità migliore per gli anghiaresi al 30’ quando Battistini serve profondo Bucaletti che si presenta a tu per tu con il portiere ospite, alzando per troppo la mira da posizione davvero favorevole. All’intervallo punteggio fermo sullo 0-0 con gli anghiaresi poco concreti in zona gol. La Baldaccio si rende pericolosa anche a inizio ripresa con il diagonale di Battistini respinto da Lensi, ma 2’ dopo il Signa a passa a sorpresa in vantaggio con il diagonale vincente di Carlucci che si infila sul secondo palo battendo Giorni. I biancoverdi si riversano in avanti e all’11’ sfiorano il pareggio sul calcio d’angolo prolungato da Angiolucci con il colpo di testa di Bruschi sull’esterno della rete. Al 15’ gli ospiti firmano il raddoppio con Terramoti, bravo a liberarsi della marcatura e a infilare il pallone in rete. Al 16’ la risposta della Baldaccio con il tiro fuori di Barbini. Al 21’ ospiti in avanti con un cross dalla destra calciato alto da Capochiani, poi forcing degli anghiaresi nella seconda parte di tempo. Al 22’ tiro insidioso di Bucaletti che termina non lontano dallo specchio, al 24’ ancora una grossa chance con il servizio di Alomar per Bucaletti che calcia trovando la respinta di Lensi e con il tap-in di Battistini salvato in corner. Al 40’ il Signa salva sulla linea a portiere battuto dopo una mischia su corner, mentre l’ultimo episodio è l’espulsione rimediata da Angiolucci al 40’ per fallo da ultimo uomo su Falorni. Finisce con la Baldaccio in dieci e con il Signa che festeggia l’importante successo. Ultimo match interno del 2019 amaro invece per i biancoverdi attesi ora da due trasferte consecutive. La prima domenica prossima sul campo della Rignanese nel match che chiuderà il girone di andata e poi a Foiano nella prima gara del girone di ritorno.
E PAROLE DI MISTER GUAZZOLINI
Il tecnico biancoverde Tommaso Guazzolini ha espresso a fine partita la sua “amarezza per la sconfitta che è arrivata in questa gara. Nel primo tempo abbiamo espresso un buon calcio senza riuscire a finalizzare, poi ad inizio ripresa il gol incassato ci ha tolto certezze. Ci abbiamo provato fino alla fine senza però incidere e anzi abbiamo pure subito il gol del raddoppio. Non dobbiamo cercare alibi per le assenze, ma solo analizzare il ko con la giusta lucidità per ripartire al meglio e centrare già domenica il riscatto. Chiaro che tutti dovremo dare di più per riprendere il giusto cammino”.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento