Baldaccio in trasferta con la capolista

Nel 24° turno di campionato la Baldaccio affronterà fuori casa la capolista Badesse. La presentazione di una sfida da giocare con rispetto ma senza timore La Baldaccio Bruni Anghiari si appresta ad affrontare in trasferta la capolista Badesse nella difficile partita valevole per la 24° giornata del campionato di Eccellenza Toscana Girone B. La distanza che al momento separa le due contendenti dovrà essere un ulteriore stimolo per i biancoverdi che hanno la necessità di conquistare punti per risalire la classifica. Il valore dei senesi è un dato di fatto, ma il team di mister Guazzolini possiede le qualità per compiere l’impresa e per conquistare un risultato utile che sarebbe di fondamentale importanza.
I NUMERI DELLA BALDACCIO
La Baldaccio ha raccolto 28 punti ed occupa pari merito con il San Gimignanosport la quintultima posizione in classifica (-1 dalla zona salvezza). La squadra di Guazzolini ha ottenuto fino ad oggi 7 vittorie, 7 pareggi e 9 sconfitte, con 24 gol realizzati (10° attacco) e 31 incassati (quartultima difesa) e non vince dal 5 gennaio (1-0 tra le mura amiche con il Poggibonsi). I biancoverdi sono reduci da 2 “x” consecutivi (in trasferta con la Sinalunghese e in casa con il Valdarno), non vanno in gol da 400 minuti (ultima rete l’1-1 realizzato da Bucaletti al 50’ del match pareggiato lo scorso 19 gennaio tra le mura amiche con il Terranuova Traiana) e nelle ultime 8 giornate hanno ottenuto soltanto 6 punti. Nelle 11 partite esterne il team di Guazzolini ha raccolto 9 punti, frutto di 2 successi, 3 pareggi e 6 ko (8 i gol all’attivo e 19 quelli al passivo). I biancoverdi non segnano fuori casa da 342 minuti (dal 22 dicembre quando Bucaletti al 28’ realizzò il momentaneo 1-1 nella partita poi persa 2-1 contro il Foiano), hanno conquistato 1 solo punto negli ultimi 4 confronti giocati lontano dal Saverio Zanchi (ko con Foiano, Antella e Colligiana, prima dello 0-0 di 2 settimane fa a Sinalunga) e non vincono in trasferta dal 15 dicembre (3-0 con la Rignanese).
I NUMERI DEL BADESSE
Il Badesse comanda la classifica con 45 punti all’attivo e con 5 lunghezze di vantaggio rispetto alla Sinalunghese 2°. La squadra di Alessandro Deri (subentrato a Giovanni Maneschi il 30 novembre 2019) ha fin qui ottenuto 13 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte, con 42 gol segnati (miglior attacco) e 22 incassati (4° difesa meno perforata), è reduce da 3 affermazioni di fila (in trasferta con Fortis e Signa e tra le mura amiche con lo Zenith) e da 5 risultati utili consecutivi (ultimo ko l’1-0 patito il 12 gennaio sul proprio campo con il Valdarno). Nelle 11 partite disputate con il nuovo allenatore sono arrivati 24 punti per una media di 2,18 punti a match (nelle precedenti 12 giornate i punti in totale erano stati 21 per una media di 1,75 a gara). Nelle 11 gare casalinghe la capolista Badesse ha conquistato 23 punti in virtù di 7 affermazioni, 2 pari e 2 sconfitte (17 gol realizzati e 8 incassati). La squadra di mister Deri nelle ultime 3 partite giocate tra le mura amiche ha raccolto 4 punti (ko 1-0 con il Valdarno, 1-1 con il San Gimignano e vittoria 2-0 con lo Zenith)
I PRECEDENTI
Nelle ultime 3 stagioni tiberini e senesi si sono affrontati in 5 circostanze ed i precedenti sono per il momento favorevoli ai biancoverdi (3 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta). La Baldaccio si è imposta 2-1 tra le mura amiche il 25 febbraio 2018, 3-2 in trasferta il 31 ottobre 2018 ed ancora 3-2 però al Saverio Zanchi il 3 novembre 2019 nell’ultimo match disputato in ordine cronologico. L’unico “x” è stato lo 0-0 maturato ad Anghiari il 20 febbraio 2019, mentre il Badesse ha festeggiato soltanto il 5 novembre 2017 quando si impose 2-0 sul proprio campo. Biancoverdi avanti anche nel computo dei gol (8-7), mentre sono in sostanziale equilibrio i risultati dei 2 scontri diretti giocati in trasferta: 1 vittoria per parte (con 4 reti realizzate dai senesi e 3 dagli anghiaresi)
CORAGGIO E PERSONALITÀ
Per la posizione in classifica, per il valore della rosa e per lo stato di forma, il Badesse è ovviamente favorito, ma i biancoverdi avranno carte importanti da mettere sul piatto, nonostante le defezioni (Torzoni e Bruschi squalificati e Rosati ancora da valutare). Bisognerà crederci e giocare non solo con umiltà, spirito di sacrificio e determinazione, ma anche con coraggio e personalità. Battagliando su ogni pallone dal primo all’ultimo minuto, perché nello sport per fortuna non sempre vince chi è favorito.

Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento