Coop Bucine - Jokers Legnaia. 49-75

Lo Sporting Valdambra deve chinarsi nettamente di fronte ai fiorentini Jokers con un inequivocabile 49-75. La sfortuna non abbandona il team aretino visto il forfait di Stagi e Tello (che proverà a giocare in estrema sofferenza il solo primo quarto). Con questa ennesima capitolazione, i ragazzi di coach Pavese vedono ridotte ancora di più le speranze di un riaggancio della quota salvezza, ma le teoriche possibilità di un recupero appaiono ancora visibili. Si inizia con il minuto di raccoglimento e le squadre a far trascorrere i 24 secondi. L’omaggio a Bryant e il ricordo commovente di un grande campione del basket vengono così onorati. Si parte ma mentre gli ospiti appaiono dentro la partita, lo Sporting si mostra subito sconclusionato (2-9 al 5’). Si va avanti con i Jokers che puniscono spesso e volentieri dalla lunga distanza, mentre Valdambra non riesce a uscire da un atteggiamento mellifluo e privo di mentalità agonistica, mettendo in mostra un repertorio horror nel repertorio d’attacco. Il punteggio di fine frazione (5-21) dà già un chiaro indizio su come finirà il match. Nel secondo quarto, Valdambra non ha alcuna reazione di orgoglio e gioca ancora peggio di come aveva concluso il primo quarto. Palle perse e nessuna precisione al tiro consentono al Legnaia di andare in fuga definitivamente (5-29 al 14’). La gara praticamente finisce qui. I Jokers del Legnaia restano sempre precisi da tre e continuano a difendere forte sulla palla, mentre lo Sporting prova a cambiare inutilmente le difese. Qualche lampo più deciso di Luca Cacioli cancella il punteggio da mini Basket, ma la Coop Bucine rimane sempre a disagio nel confronto agonistico (18-45 al 20’) e deve accusare anche l’espulsione di Rossini. Le prime, timide reazioni di orgoglio dei biancoverdi di casa arrivano nel terzo quarto. Al 25’ siamo sul 26-51 con lo Sporting deciso a soccombere con una qualche dignità. Tello è out fin dall’inizio e tocca quindi a Bucciolini e Basilicó fare gli straordinari ma Legnaia è ormai lontanissimo (34-65 al 30’). Nell’ultima frazione, con Sacchetti e Sbolgi in campo, lo Sporting si sbatte agonisticamente e cerca di ridurre il gap. 40-70 è il punteggio del 35’, con Legnaia senza adrenalina ma in pieno controllo e lo Sporting che cerca di togliersi un po’ di fango dal viso, accumulato nei primi due tempini. Basilicó e Giacomo Cacioli insistono nel non cedere più nulla fino al 49-75 finale.
Sporting Valdambra Cacioli G. 13 Basilicò 14 Cacioli L. 6 Bucciolini 8 Tello 2 Sbolgi 2 Sacchetti 4 Benassai 0 Rossini 0 Ciabatti n.e. Coach Pavese Staff Magi e Ciabatti

Gennaro Tello
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento