A tu per tu con...... Luca Mostacci centrocampista Nuova A.C.Foiano 1947

Terzo appuntamento oggi con la nostra rubrica "A tu per tu con...." e lo facciamo con il "Principino" amaranto Luca Mostacci, che ai nostri microfoni, analizza il momento attuale e quali potrebbero essere gli scenari futuri del calcio amaranto; allora Luca, come stai affrontando questo delicato momento? "È sicuramente un momento difficile... Una situazione mai affrontata prima. Momentaneamente non sto lavorando, passo le giornate a casa con la mia splendida famiglia guardando la TV e svolgendo varie attività... un po' come fanno tutti..." Come pensi che andrà a finire la stagione 2019/20? "Penso che non ci siano i presupposti per tornare in campo, purtroppo la situazione è ancora molto complicata e giustamente in questo momento il calcio passa " in secondo piano"." Come giudichi fino allo stop forzato la stagione del Foiano e nel particolare la tua? "La stagione del Foiano la giudico al di sotto delle aspettative che ci eravamo prefissati, la squadra era stata costruita per altri obbiettivi, ma abbiamo avuto un andamento discontinuo e di conseguenza risultati incostanti. La mia stagione la giudico complessivamente buona, anche se ho attraversato alcuni momenti non facili come la partenza del mio amico, anzi... direi più fratello, Andrea Goracci. Sicuramente si può sempre fare meglio, ma cerco con la mia grinta e la mia passione, di dare il massimo in allenamento come in partita, insieme ai miei compagni." Quali dovrebbero essere i verdetti della stagione, quali squadre promosse e quali retrocesse? "La classifica, secondo me, rimarrà immutata tranne per la prima che farei promuovere e l'ultima che farei retrocedere." Quali sono stati i giocatori più determinanti della stagione? "Premetto che non amo fare nomi a riguardo, ma non posso tralasciare il nome di Monaci, per la sua insaziabile voglia di fare gol e del mio eterno capitano Zacchei per il suo grande amore verso questo sport." Da quali squadre ti aspettavi di più e quali sono state sopra le aspettative? "Mi aspettavo di più da Rignanese e Fortis Juventus, mentre mi ha colpito in particolare la Lastrigiana." Infine come immagini il tuo futuro e quello del Foiano Calcio? "In primis, spero che la situazione attuale si risolva presto, permettendoci di tornare a giocare e vivere le meravigliose emozioni che questo sport sa dare. Per il resto.... vedremo ciò che il futuro ha in serbo per me." Ringraziamo il figlio d'arte, ormai cardine imprescindibile della mediana amaranto, augurandogli di trascorrere un periodo tranquillo e sperando di poter tornare a gioire tutti insieme allo "Stadio dei Pini". STAY WITH US!!!

Nuova AC Foiano

Nessun commento

Powered by Blogger.