Un concorso creativo per esprimere le emozioni del nuoto

Un concorso creativo per focalizzare l’attenzione sugli aspetti positivi del nuoto. L’iniziativa, dal titolo “Dai un colore alle emozioni dal nuoto”, è stata ideata dalla Chimera Nuoto con l’obiettivo di mantenere un legame con i suoi giovani atleti nell’attuale momento di stop e di stimolare la realizzazione di elaborati dedicati all’attività sportiva. L’invito a partecipare è stato rivolto ai bambini della scuola nuoto e del settore agonistico a cui è stato richiesto di ripensare ai giorni trascorsi in piscina insieme ai tecnici e ai compagni, e di rappresentare le emozioni trasmesse da quei ricordi in forma creativa attraverso disegni, testi, video o lavori manuali. Ogni elaborato sarà poi pubblicato sulle pagine facebook del palazzetto del nuoto di Arezzo e della piscina comunale di Foiano della Chiana, dando così vita ad una sorta di mostra virtuale per raccontare il nuoto dallo sguardo dei più piccoli. Il concorso è coordinato da Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, e configura una positiva occasione per raggiungere più obiettivi perché richiede un’attività mentale e manuale, stimola la fantasia, favorisce la condivisione di un’attività anche a distanza e permette di mantenere i legami con la società d’appartenenza e con la disciplina sportiva svolta negli ultimi mesi. In quest’ottica, ai partecipanti è lasciata facoltà di esprimersi nella massima libertà dal momento che, come indicato dalla presentazione del concorso, “Non ci sono regole” e “Vince chiunque partecipa”. «Il nuoto - commenta Magara, - è una fucina di emozioni positive frutto dello stare in vasca, del condividere una passione, dell’impegnarsi quotidianamente per raggiungere un obiettivo, del confrontarsi con un compagno o con avversario. Il concorso nasce con l’obiettivo di stimolare i nostri giovani atleti a ripensare a queste emozioni e ad esprimerle, potendo così mantenere forti i reciproci legami anche in un prolungato momento di stop delle attività».

Uffici Stampa EGV

Nessun commento

Powered by Blogger.