Header Ads

La Bruschi fallisce il colpo al Bubani, Faenza in A1


Finisce con tanta amarezza gara tre. Faenza s’impone e va in A1, mentre la Bruschi vede svanire il sogno promozione, complice una seconda frazione da incubo da 23-2 dove le ragazze di Franchini hanno faticato tremendamente sul lato offensivo, con il parziale che ha praticamente spaccato la partita dirottando l’esito finale verso Faenza, brava ad amministrare nella ripresa il punteggio.
FAENZA: Schwienbacher, Franceschelli, Policari, Morsiani, Vente
SGV: Nativi, De Pasquale, Missanelli, Slim, Olajide
Cronaca – Portano il timbro di Morsiani i primi due punti di gara tre, con Slim che sul lato opposto impatta immediatamente. Missanelli firma il primo vantaggio, ma Vente prima e Morsiani poi rimettono l’E-Work al comando. Cecili entra subito in ritmo con un gran canestro, la imita poco dopo l’altra neo entrata Gregori per l’8-9 esterno che dimostra subito la giusta energia anche della panchina. Brunelli sale in cattedra firmando il 15-11, ma Bona da sotto si dimostra efficace timbrando il meno due con la prima frazione in archivio 15-13. Nel secondo periodo parte meglio l’E-Work, a segno con quattro punti in fila ma soprattutto con diverse palle perse della Bruschi, che scivola sul 19-13 obbligando Franchini al timeout. Faenza tocca anche la doppia cifra grazie a Vente (23-13), con la Bruschi davvero in difficoltà sul fronte offensivo. San Giovanni Valdarno sbanda, Faenza prova a uccidere la partita con Porcu prima e Brunelli poi a scrivere un clamorosoo 29-13. Copione che non cambia, con la Bruschi che conclude un tragico secondo periodo da soli due punti a referto e una prima metà con 6/26 dal campo mentre Meschi e compagne volano via, con il primo tempo in archivio sul 38-13. Anche nella ripresa si riparte con Faenza a segno per il 40-13. De Pasquale sblocca la Bruschi dopo un’eternità di digiuno offensivo, con la guardia campana che prova a prendersi la formazione sulle spalle con quattro punti in fila. Morsiani è però on fire e timbra il 43-17. Si sblocca anche Slim dalla distanza, poi Missanelli da sotto con la Bruschi che prova a rosicchiare punti, sul 45-23. Vente fa 2+1, ma Slim risponde con la seconda tripla personale. Sono però le conclusioni di Vente prima e le triple di Brunelli poi a tenere a debita distanza Faenza, che chiude il terzo periodo avanti 59-36. Missanelli riapre la contesa con il meno ventuno, Slim insacca la tripla del meno diciotto con Sguaizer costretto a chiamare minuto di sospensione. Al rientro Vente ristabilisce il più venti da sotto, Franceschelli fa più ventitre e con 5′ da giocare, Faenza ha ormai un piede e mezzo in A1 mentre la Bruschi perde i pezzi con Bona costretta a uscire dal parquet per un problema alla caviglia. Il finale scorre via con la stanchezza che inizia a farsi sentire, con l’E-Work che porta così a casa gara tre e promozione nella massima serie.
E-Work Faenza – Bruschi Basket Galli San Giovanni Valdarno 71 – 47 (2-1)
E-WORK FAENZA: Franceschelli* 8 (4/8, 0/2), Schwienbacher* 4 (2/3, 0/2), Franceschini NE, Morsiani* 13 (4/9, 1/1), Ballardini 5 (1/5, 0/3), Caccoli, Policari* 5 (2/5, 0/3), Soglia 6 (3/4 da 2), Meschi 2 (1/2 da 2), Brunelli 9 (0/1, 3/4), Vente* 12 (5/9 da 2), Porcu 7 (2/2, 1/3). Allenatore: Sguaizer D. Tiri da 2: 24/48 – Tiri da 3: 5/18 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 43 16+27 (Policari 8) – Assist: 16 (Policari 6) – Palle Recuperate: 12 (Franceschelli 4) – Palle Perse: 14 (Policari 3)
BRUSCHI BASKET GALLI SAN GIOVANNI VALDARNO: Parolai, Bona 7 (2/9, 0/1), Sasso, De Pasquale* 4 (2/2, 0/4), Nativi, Missanelli 6 (3/6 da 2), Cecili 4 (1/2, 0/1), Togliani, Valensin, Slim* 16 (2/5, 3/6), Olajide* 2, (1/3 da 2), Gregori 8 (1/1, 2/4). Allenatore: Franchini A. Tiri da 2: 12/33 – Tiri da 3: 5/21 – Tiri Liberi: 8/10 – Rimbalzi: 33 11+22 (Slim 12) – Assist: 3 (Cecili 2) – Palle Recuperate: 5 (Nativi 3) – Palle Perse: 20 (Bona 4) Arbitri: Mura E., Farneti S.

Uff.Stampa Bruschi San Giovanni Valdarno

Nessun commento

Powered by Blogger.