Due giornate di formazione ad Arezzo per tecnici e istruttori di nuoto

Tecnici e istruttori in vasca per due giornate dedicate alla didattica e alla pedagogia del nuoto. Le festività natalizie della Chimera Nuoto saranno scandite da un doppio evento formativo che, in programma martedì 28 dicembre e martedì 4 gennaio, permetterà di vivere occasioni di confronto e di condivisione con l’obiettivo di migliorare l’insegnamento della specialità nei diversi livelli: dal nuoto neonatale all’agonismo. Questi appuntamenti sono inseriti all’interno del corso “La magia del nuoto” e, proporranno un’esperienza pratica nelle vasche del palazzetto del nuoto di Arezzo in cui verrà approfondito il tema della costruzione del “corpo galleggiante” e del “corpo proiettile”, coinvolgendo tecnici della Chimera Nuoto e di altre società del centro Italia. Le due giornate natalizie seguono gli incontri teorici svolti nelle scorse settimane in videoconferenza sulla “pedagogia dell’azione in azione” basata sul concetto che l’azione faciliti la comprensione e forniranno ai partecipanti l’opportunità di testare concretamente quanto appreso, con l’intenzione di vivere il nuoto dalla prospettiva dell’allievo. I tecnici prenderanno parte ad una lezione pratica che permetterà di migliorarsi come nuotatori e di provare la didattica dei primi due livelli della costruzione del nuotatore, acquisendo così maggior consapevolezza sul loro ruolo. La pratica in vasca sarà seguita da un successivo momento in aula che permetterà di confrontarsi sull’esperienza vissuta e di cogliere ulteriori stimoli di miglioramento. «Le festività natalizie - spiega Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, - sono un’occasione per sfruttare lo stop della scuola nuoto per investire sulla formazione dei tecnici, attraverso momenti in vasca e in aula. Le due giornate pratiche de “La magia del nuoto” permetteranno di portare avanti un percorso condiviso volto a gettare le fondamenta per una futura generazione di allenatori di nuoto capaci di lavorare per un ulteriore sviluppo dell’insegnamento di questo sport».

Uffici Stampa EGV

Posta un commento

0 Commenti