Al Matteini domenica contro la Lastrigiana. In palio la fase nazionale


Novanta minuti. Novanta minuti per entrare tra le 28 che a livello nazionale si contenderanno 7 posti per accedere al Campionato Nazionale Dilettanti di Serie D stagione 2022-2023. Novanta minuti per portare il Terranuova Traiana dove mai è stato nella sua storia. Novanta minuti per continuare il cammino nella post-season del Campionato di Eccellenza. Novanta minuti per andare agli spareggi interregionali. Ancora una volta, così come nei due match dei playoff di girone (ma senza essere costretti in caso di parità a disputare i tempi supplementari), grazie all’esito di gara 2, il Terranuova Traiana avrà a disposizione due risultati su tre. Dopo aver chiuso al secondo posto la stagione regolare, aver superato al Matteini 2-1 ai supplementari il Pontassieve nella semifinale playoff, aver vinto al Brilli Peri di Montevarchi la finale playoff del girone C battendo 2-1 la Fortis Juventus, aver sconfitto 2-0 a domicilio domenica scorsa la Cuiopelli, la strada della truppa di mister Simone Calori continua domenica con la terza giornata del triangolare di spareggio riservato alle vincitrici dei playoff dei 3 gironi di Eccellenza Toscana. I terranuovesi se la vedranno con Lastrigiana: dopo la Cuoio, altra compagine con i colori sociali biancorossi. La Lastrigiana dopo aver chiuso il girone A al secondo posto, a 3 lunghezze dal Tau Altopascio, ha distaccato la quinta di 13 punti, tagliando grazie alla forbice la semifinale, ha vinto la finale superando 1-0 (26’ Terzani) alle Due Strade di Firenze i cugini del Signa, perdendo mercoledì in casa sul terreno in erba artificiale de La Guardiana 2-1 contro la Cuiopelli: pareggio momento di Bianchi su rigore al 27’ del p.t., dopo il vantaggio ospite di Rossi al 1’ e il gol vittoria di Cavallini al 26’ del s.t. per i pisani. Allo stadio comunale Mario Matteini di Terranuova Bracciolini (inizio ore 15) gara 3 del triangolare sarà diretta da Mattia Solito di Piombino, assistenti Andrea Della Bartola di Pisa e Simone Mazzoni di Prato. Unico incrocio per Solito con i terranuovesi lo scorso 10 aprile, ultima gara interna della stagione regolare: al Matteini finì 0-0 contro la Baldaccio Bruni. Alla terza stagione consecutiva nel massimo campionato dilettantistico a livello regionale, il Terranuova Traiana dei presidenti Mauro Vannelli e Luciano Morbidelli, ha vinto il suo primo storico campionato di Promozione nella stagione 2018-2019, chiudendo da matricola il primo anno di Eccellenza al terzo posto, concluso alla venticinquesima causa Covid, con un distacco dalla vetta di 9 punti e le prime due da dover affrontare. Poi nel torneo sprint a 9 squadre della scorsa stagione, il secondo posto alle spalle del Poggibonsi, con l’accesso diretto in finale fallito per 2 punti (quelli lasciati all’ultima giornata all’Antella) e la semifinale persa in casa 3-1 ai supplementari contro la Fortis Juventus. Secondo posto, accesso diretto alla finale fallito per un punto e semifinale in casa, bissati nella stagione in corso. A differenza della passata però i biancorossi superando 2-1 al Matteini dopo i tempi supplementari il Pontassieve (Bega su rigore al 20’, poi 1-1 al 79’, quindi Dini al 105’), si sono qualificati per la finale vinta nel giorno della Festa dei Lavoratori, grazie alle reti di Borghesi sul finale di primo tempo e capitan Sacconi a metà ripresa, che hanno ribaltato lo svantaggio inziale, portando il club di piazza generale Felice Coralli a giocarsi l’accesso alla fase nazionale, grazie a tre gol decisivi di capitan Alessio Sacconi negli ultimi 180 minuti di gioco. La truppa di mister Simone Calori ha chiuso la stagione regolare con 38 punti in 22 giornate, 22 in casa e 16 trasferta, 21 nel girone di andata e 17 in quello di ritorno, con un rollino di marcia fatto di 10 vittorie, 8 pareggi e 4 sconfitte, 19 gol fatti, 13 subiti, ottavo attacco e migliore difesa del girone, la seconda assoluta tra le 37 partecipanti al campionato di Eccellenza e -6 in media inglese. Biancorossi che hanno chiuso distaccati di 12 lunghezze dalla prima della classe, +3 sulla seconda, +5 sulla quarta, +6 sulla quinta: con un distacco di almeno 7 punti sulla quinta sarebbe stata finale diretta. Nel dettaglio 6 vinte, 4 nulle e una persa, con 10 reti all’attivo e 5 al passivo tra le mura amiche, 4 vittorie, altrettanti pareggi e 3 sconfitte, con 9 gol fatti e 8 subiti in trasferta. Tre pareggi di fila nelle ultime 3 giornate, preceduti da una vittoria esterna ed una sconfitta in casa, due gol fatti e altrettanti subiti negli ultimi 5 turni, prima dei playoff. Tra i marcatori in campionato 5 gol Sacconi, 4 Massai, 3 Betti, 2 Vestri e Sestini, uno Cioce e Farini, oltre un autogol e le reti di Bega, Farini, Borghesi e 3 di Sacconi nella post-season. Dall’estremità sudoccidentale della Piana di Firenze la Lastrigiana. 43 punti in 22 giornate, 24 in casa e 19 fuori, frutto di 11 vittorie (7 in casa e 4 fuori), 10 pareggi (3 e 7) e una sconfitta in casa, 33 gol fatti (20 e 13), 12 subiti (8 e 4). La migliore difesa assoluta dell’intero massimo campionato dilettantistico a livello regionale e quarto migliore attacco del suo raggruppamento grazie tra gli altri a 15 reti di Manuel Bianchi, 4 di Del Pela e 3 di Crini. Il team di Rossano Bartalucci, perso alla quindicesima 2-0 con il Camaiore, ha chiuso con 3 vittorie (una esterna) e 4 pareggi (3 fuori) Ex di turno Leonardo Francini (centrocampista, classe 1992), 5 presenze in riva al Ciuffenna nella stagione 2019-2020. L’ultima gara di spareggio regionale giocato risale al campionato di Prima categoria 2015-2016. Il Terranuova Traiana, dopo aver giocato direttamente la finale play-off del girone (semifinale tagliata grazie alla forbice di 13 punti sulla quarta) vinta da peggio classificata 1-0 (gol di Nofri) a Tegoleto contro il Torrita, si qualificò per lo spareggio regionale perso 2-1 il 14 maggio 2016 al Bruno Bonelli di Montepulciano contro il Fonteblanda. Sconfitta che divenne poi vittoria grazie alla riammissione in Promozione a completamento degli organici ufficializzata il 7 agosto successivo. I ragazzi guidati allora da Andrea Attili andarono in vantaggio a metà ripresa con Melzi, venendo raggiunti poi poco dopo la mezz’ora e superati nel recupero.
Questa la situazione del triangolare a 90’ dal termine.
Terranuova Traiana 3 punti (2 gol fatti, 0 subiti, differenza reti +2), Cuoipelli 3 punti (2 gol fatti, 3 subiti, -1), Lastrigiana 0 punti (1 gol fatto, 2 subiti, -1).
La prima classificata si qualifica agli spareggi interregionali: due turni con gare di andata e ritorno (29 maggio e 5 giugno, 12 e 19 giugno) che promuoveranno la vincente in Quarta Serie. Il primo turno con la vincente dei playoff del girone unico Marche, il secondo con la vincente del confronto tra le seconde del girone Umbria e del girone Emilia Romagna.
Questo il regolamento.
Se al termine del triangolare due squadre si trovassero a pari punti al primo posto, per determinare la promovenda alla fase nazionale, verrà effettuata una gara di spareggio in campo neutro domenica 22 maggio, con eventuali supplementari e rigori. Se a pari punti terminassero tutte e tre le squadre, si ricorrerà alla classifica avulsa che manderà le prime due allo spareggio in programma il 22. Si terrà conto dei punti negli scontri diretti, della differenza reti in tali gare, del risultato dello scontro diretto, della differenza reti generale al termine della stagione regolare, del sorteggio. Il Terranuova Traiana passa il turno se vince o pareggia con la Lastrigiana. Se i terranuovesi perdessero con uno, due o tre gol di scarto, andrebbero all’ulteriore spareggio con la Lastrigiana. Con uno o due gol di scarto grazie alla migliore differenza nel triangolare con la Cuiopelli, con 3 gol di scarto grazie alla vittoria nello scontro diretto con la Cuoio. Se Sacconi e compagni si arrendessero per 4 o più gol di scarto verrebbero eliminati e si disputerebbero il pass nazionale Lastrigiana e Cuiopelli. Per chi non potrà essere presente domenica pomeriggio al Mario Matteini, aggiornamenti flash in diretta su Radio Emme nel corso del programma Pomeriggio Smash, in onda a partire dalle 14.55 sulle frequenze FM 96.8, 100.1, 100.4, in streaming sul sito web radioemme.it oppure sulla APP Radio Emme. A seguire interviste a caldo ai protagonisti, risultati e classifiche.

Francesco Pianigiani

Posta un commento

0 Commenti