About

Breaking News

Riprende il cammino del Terranuova Traiana. Sabato al Matteini anticipo con il Flaminia


Ultimi 37 giorni di stagione. Si entra nella fase decisiva. 540 minuti al termine della regular season, poi domenica 7 maggio, più o meno alle 5 della tarda, i verdetti finali, al netto di spareggi, playoff e playout. Dopo la sosta causa impegno alla Viareggio Cup della Rappresentativa, riprende il cammino del Terranuova Traiana nel Campionato Nazionale Dilettanti di Serie D. I biancorossi, visto il match di giovedì prossimo con la Sangiovannese nel turno infrasettimanale prepasquale, anticipano a sabato la gara (calcio di inizio alle 15) valida quale ventinovesima giornata, dodicesima di ritorno del girone E, contro il Flaminia Calcio. Domani anche Ghiviborgo-Sangiovannese, Grosseto-Arezzo, Ponsacco-Trestina, Montespaccato-Poggibonsi e Ostiamare-Altopascio (ore 14.30), mentre domenica sono in programma Città di Castello-Follonica Gavorrano, Livorno-Pianese e Seravezza-Orvietana. Allo stadio comunale Mario Matteini il team di mister Simone Calori, reduce da due sconfitte di fila è chiamato a fare punti. Le battute di arresto con Orvietana e Follonica Gavorrano, unite alla sconfitta interna con il Trestina, il pareggio di Altopascio e nel mezzo la vittoria di Poggibonsi, relegano la truppa terranuovese in ultima posizione a quota 27 punti, in coabitazione con Trestina e Montespaccato, a 3 lunghezze di distacco da Città di Castello ed Orvietana, a 4 da Tau e Grosseto, a 5 da Ostiamare. In riva al Ciuffenna altro direttore di gara abruzzese: dopo Stefania Menicucci di Lanciano che ha diretto il match perso al Bagno di Gavorrano, al Matteini arbitrerà Giorgio D’Agnillo di Vasto (CH), che si avvarrà della collaborazione degli assistenti di linea Simone Severini di Seregno (MB) e Pietro Tinelli di Treviglio (BG). Per D’Agnillo, al secondo anno alla Can D, dopo due anni di CAI/Scambi, il 2 febbraio 2022 esordio in Quarta Serie in Gozzano-Asti 4-1, sarà la quindicesima presenza nel massimo campionato dilettantistico nazionale, la tredicesima in questa stagione, la seconda nel girone E dopo Tau-Trestina 1-1 dello scorso 11 settembre. Fino ad ora ha comminato 55 ammonizioni, 4 espulsioni, 3 delle quali con rosso diretto, assegnando 6 rigori. All’andata lo scorso 20 novembre i terranuovesi tornarono dalla trasferta nella Tuscia viterbese, nella prima storica trasferta in terra laziale del club di piazza generale Felice Coralli, con un pesante ed immeritato 3-0, andando sotto al primo affondo dei civitonici in vantaggio al 10’ con Marchi, sfiorando il palo con Petrioli in avvio di ripresa e affondando nel finale subendo la doppietta del neoentrato Abreu al 27’ e al 47’. Terranuova Traiana reduce da due sconfitte di fila: 3-1 esterno contro il Follonica Gavorrano, 1-0 interno contro l’Orvietana. Terranuovesi in ultima posizione (allo stato attuale, in virtù della peggiore classifica avulsa), appaiati a quota 27 punti a Trestina e Montespaccato. 18 punti in casa e 9 in trasferta per Sacconi e compagni, frutto di 7 vittorie, 6 pareggi e 15 sconfitte, 25 gol fatti e 39 subiti, 5 punti dalla zona salvezza diretta. Per i valdarnesi in casa 5 vinte, 3 pareggiate, 6 perse, 15 reti all’attivo e 16 al passivo. Ultima vittoria al Matteini datata 12 febbraio, nel 2-0 con la Pianese. Flaminia settimo in classifica con 38 punti (24 in casa, 14 in trasferta), frutto di 10 vittorie, altrettante sconfitte e 8 pareggi, 33 gol fatti, 32 subiti. Lontano dal Madami 3 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte, 18 reti all’attivo e 20 al passivo. Nelle ultime 5 gare 2 pareggi (1-1 ad Orvieto e 2-2 con la Sangiovannese), una vittoria (2-0 a Trestina) e 2 sconfitte (1-0 con il FolGav e 1-0 a Piancastagnaio). Club di Civita Castellana con un’età media della rosa di 23,1 anni, con 3 stranieri a disposizione: Dorin Sirbu (Romania, classe 1999, ala sinistra, 5 gol fatti, 7 assist vincenti), Leonardo Jose Abreu Santon (Portogallo, ’98, punta centrale, 6 reti all’attivo, 3 assist), Wilson Da Silveira Cruz (Brasile, ’85, attaccante, 3 gol fatti). Cruz è anche il giocatore più esperto, insieme ad altri 4 over 30: il difensore e capitano Gasperini (33 anni), il centrocampista figlio d’arte Mandorlini (34 anni), l’altro centrocampista Alessandro Marchi ex Arezzo (33 anni, 5 reti all’attivo) e l’attaccante Jacopo Sciamanna (32 anni, 3 gol segnati). Il più presente è il centrocampista Sergio Garufi con 2520 minuti giocati frutto di 28 presenze su 28 e 2 gol fatti. 28 su 28 e 2 reti all’attivo anche per il difensore centrale Gabriele Fumati che però 3 volte è stato sostituito, avendo giocato 2430 minuti. Il più giovane utilizzato è il centrocampista offensivo Luca Padovano (2005) con 595 minuti giocati frutto di 13 presenze, 7 delle quali da titolare. In porta il 2003 Nicolò Della Pina (15 presenze, 13 gol subiti, 7 clean sheet), scuola Genoa, al secondo anno coi rossoblù, fuori dalla tredicesima alla venticinquesima per infortunio ai legamenti. Mister Federico Nofri Onofri, che sostituì Calori ad inizio 2020 sulla panchina della Sangio, gioca con tre punte, alternando il 4-3-3 come all’andata, al 4-3-1-2 con il rombo come adottato nelle ultime 5 uscite. L’Associazione Sportiva Dilettantistica Calcio Flaminia è espressione di Civita Castellana, città di circa 15 mila in provincia di Viterbo, ereditaria della tradizione sportiva delle storiche formazioni A.S. Civita Castellana e U.S. Pool Industrie Civita Castellana. Con l’attuale denominazione disputa, dopo aver rilevato il titolo del Bassano Romano, ininterrottamente dal 2008-2009 il Campionato Nazionale Dilettanti. La stagione migliore in questa fase si registra nel 2009-2010, dove termina al sesto posto nel girone G, mentre la peggiore arriva nel 2012-2013 con il terzultimo posto e la salvezza arrivata dopo aver superato nei playout il Pontevecchio. Lo scorso campionato ha chiuso all’ottavo posto con 46 punti. Nel secondo dopo guerra partecipa per 3 stagioni di fila al campionato nazionale di Serie C. In assoluto sono 9 le partecipazioni a campionati nazionali di Quarta Serie e 12 di Quinta Serie. Le origini del calcio civitonico risalgono al periodo fascista, quando nel 1931 alcuni giovani dell’epoca, dopo aver svolto attività a carattere episodico, formarono la U.S. Veliti del Littorio, che disputò i campionati di Terza Divisione 1931-32 e 32-33. Poi per la truppa di Calori ci sarà la trasferta con la Sangiovannese in programma giovedì prossimo, quindi campionato fermo la domenica di Pasqua (e sarà la terza domenica di riposo consecutiva per i biancorossi), infine il rush finale: il 16 altro impegno esterno in quel di Ghivizzano, poi Grosseto in casa, Città di Castello fuori e ultima della stagione regolare il 7 maggio al Matteini contro il Seravezza Pozzi.
Per chi non potrà essere presente sabato al Comunale aggiornamenti flash in diretta su Radio Emme nel corso del programmazione pomeridiana, in onda a partire dalle 14.55 sulle frequenze FM 96.8, 100.1, 100.4, in streaming sul sito web radioemme.it oppure sulla APP Radio Emme.

Francesco Pianigiani