Il Ct Giotto incorona i campioni sociali del 2018

Il Ct Giotto incorona i campioni sociali del 2018. Il circolo aretino ha concluso il torneo sociale che, negli ultimi otto mesi, ha visto oltre cento tennisti sfidarsi in mille partite per una delle manifestazioni più attese e più partecipate ospitate dalla struttura sportiva di via Divisione Garibaldi. La competizione, ben organizzata da Patrizia Felicini e Francesco Pascuzzi, rappresenta la tradizionale occasione per coniugare la dimensione sportiva e la dimensione sociale che caratterizzano l’identità del Giotto, permettendo ai soci di mettersi alla prova, di divertirsi e di confrontarsi su un campo da tennis nei vari tabelloni di singolo maschile, singolo femminile, doppio maschile, doppio femminile e doppio misto. Il 2018 si è posto in continuità con quanto successo nell’anno precedente, con Michele Morelli e Laura Paffetti che hanno bissato il titolo del 2017 e che si sono così confermati campioni sociali. Il primo ha trionfato dopo un combattuto incontro con il presidente del Ct Giotto Luca Benvenuti, invece la seconda si è imposta nell’atto decisivo su Angioletta Gori. Morelli poteva mettere a segno una doppietta e, insieme a Benvenuti, era arrivato a giocarsi la finalissima anche nel doppio maschile dove però la soddisfazione del successo è andata ad Osvaldo Fratini e Gianluca Rossi. Anche in questo caso si tratta di una conferma: la coppia Fratini-Rossi, infatti, si era imposta già nella scorsa edizione. Nel doppio femminile hanno trionfato Sandra Lanterini e Carla Tavanti che si sono laureate campionesse superando Gianna Butali e Nicoletta Serafini, mentre a chiudere la competizione è stato il doppio misto dove si sono imposti Alessandro Serafini e Nicoletta Serafini su Patrizia Felicini e Marco Sonnacchi. I vincitori e i finalisti saranno ora premiati in occasione della cena di gala che, sabato 15 dicembre a L’E.vento di Talzano, chiuderà la stagione del Ct Giotto riunendo tutti gli atleti, i dirigenti, i soci e gli istruttori. «Il torneo sociale - commentano Felicini e Pascuzzi, - esprime la vera anima del Giotto, andando a configurare una partecipata occasione di confronto e di divertimento che caratterizza gran parte della stagione del circolo. Di anno in anno, infatti, aumenta il numero dei soci che si mettono in gioco e aumenta di conseguenza il numero di partite, catalizzando il tifo e le attenzioni dell’intera componente sociale. Ci congratuliamo con i nostri campioni che saranno adeguatamente festeggiati nel nostro galà di fine stagione».

Uffici Stampa EGV
Condividi su Google Plus
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento