Header Ads

Di nuovo al Matteini. La sesta e’ contro il Grassina


Terza gara in 9 giorni per il Terranuova Traiana che per la sesta giornata del girone C del campionato regionale di Eccellenza Toscana riceverà domenica pomeriggio (inizio ore 14.30) la visita del Grassina allo stadio comunale Mario Matteini di Terranuova Bracciolini. Biancorossi reduci dal pareggio di sabato scorso a Sinalunga e dalla sconfitta interna in Coppa Italia mercoledì pomeriggio, 1-0 d.t.s. contro la Fortis Juventus che ne ha sancito l’eliminazione. Truppa di mister Simone Calori seconda della classe con 13 punti, a 3 lunghezze dal battistrada, reduce da 4 risultati utili consecutivi: 3 vittorie totali con Ovest (2-1) e Antella (2-1) in casa, alternate dalla vittoria di Borgo San Lorenzo (1-0) e il pari di Sinalunga (1-1), oltre alla sconfitta 1-0 all’esordio in quel di Figline. Terzo attacco del girone con 6 gol fatti: 4 in casa e 2 in trasferta, 2 nel primo tempo e 4 nel secondo, 2 dei quali messi a segno da Massai, uno ciascuno da Cioce, Betti, Sacconi e Vestri, e quinta difesa del raggruppamento con 4 reti subite in 5 gare: 2 in casa e 2 fuori, 2 nel primo tempo e 2 nella ripresa. Con una media inglese che segna +1. Grassina per contro fanalino di coda con un sol punto fin qui conquistato e reduce da tre sconfitte consecutive. Mai a punti tra le mura amiche, dove sempre è stato superato: Sinalunghese (2-0 alla prima), Foiano (2-1 alla terza) e Porta Romana (1-0 alla quinta). In trasferta un pareggio a Pontassieve (1-1 alla seconda) e una sconfitta a Gaiole in Chianti (1-0 alla quarta). Numeri che dicono peggiore attacco del girone, assieme a Baldaccio Bruni e Pontassieve, con 2 gol all’attivo: realizzati entrambi da Micchi, uno in casa ed uno fuori, tutti e due nei rispettivi primi tempi. Sette invece i gol al passivo dei fiorentini: 5 interni e 2 esterni, 3 nel primo tempo e 4 nella ripresa, che ne fanno la peggior difesa del raggruppamento. Con un pesante -10 in media inglese. In campo però sarà un’altra storia. Vuoi per la qualità della rosa a disposizione di mister Nicola Pozzi: in ordine sparso tra gli altri Mannella, Carcani, Viligiardi, Mulas, Lombardini, Bagnai, Cecchi, Rocchini e Zagaglioni, vuoi per il blasone visti gli ultimi due anni in Quarta Serie, per le ambizioni di ritornarci e per l’appassionato e spettacolare attaccamento alla maglia dei fedelissimi tifosi delle Brigate Rossoverdi che da sempre seguono numerosi la squadra sia al Pazzagli, che fuori. Insomma per Sacconi e soci sarà la classica partita trappola, assolutamente da non sottovalutare, dove i biancorossi avranno tutto da perdere e saranno chiamati a dare continuità ai risultati e alle interessanti prestazioni sciorinate nelle ultime sortite in campionato. Il Grassina tenterà il colpaccio così da cogliere in riva al Ciuffenna la prima vittoria stagione. Al Matteini arbitrerà Alberto Rugi di Empoli, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti di linea Caterina Gelli di Prato e Marco Argiolas di Pisa. Nato a Firenze il 16 settembre 1995, Rugi è arbitro effettivo dal dicembre 2012, fa il suo esordio nell’aprile 2015 in Prima categoria, il 12 febbraio 2017 è in Promozione, infine la scorsa estate è promosso in Eccellenza. Nessun precedente recente con i terranuovesi a livello di prima squadra. Per chi non potrà essere presente al Matteini aggiornamenti flash in diretta nel corso del programma “Pomeriggio Smash” in onda dalle 14.20 su Radio Emme alle frequenze FM 96.8-100.1-100.4, in streaming sul sito web radioemme.it oppure sulla APP Radio Emme, al quale dalle 16.30 faranno seguito le interviste a caldo dei protagonisti. L’ultima volta che le due compagini si sono affrontate risale alla stagione 2011/2012: girone C del campionato di Prima categoria. Il 9 ottobre, alla quinta giornata, il Grassina si impose in casa 2-0, il 20 febbraio 2012, al ritorno, finì 1-1. Torneo che vedrà il Grassina terminare in seconda posizione a due lunghezze dai cugini dell’Antella, poi comunque entrambe promosse. Rossoverdi che poi disputeranno in successione 3 campionati di Promozione, 4 di Eccellenza, l’ultimo dei quali vinto con 74 punti al termine della stagione 2018/2019, quindi due campionati di Serie D: il primo chiuso al terzo posto, il secondo, quello scorso, al penultimo che costò al club del presidente Tommaso Zepponi la retrocessione in Eccellenza. Stagione 2011/2012 che segna invece la retrocessione e la fine dell’allora Terranuovese dopo il penultimo posto nella stagione regolare e la doppia sconfitta nel play-out contro l’Impruneta. Un solo altro precedente tra le due contendenti. Girone B del campionato di Promozione 2010/2011. Una vittoria esterna a testa: 2-1 Grassina il 19 settembre e 1-0 Terranuovese il 16 gennaio con gol di bomber Benedetto, traversa di Totò Arcadio e rigore parato da Nocentini a Cianferoni. Sia i biancorossi, guidati prima da Cigolini e poi da Sereni, sia i rossoverdi diretti da Michelacci e poi da Morrocchi chiuderanno la stagione con la retrocessione in Prima categoria. I valdarnesi direttamente con l’ultimo posto, i fiorentini dopo il play-out perso con l’Ideal Club Incisa. Domenica sarà sicuramente tutta un’altra storia.

Francesco Pianigiani

Nessun commento

Powered by Blogger.