Bei risultati per la Chimera Nuoto al Campionato Regionale Indoor di Fondo


La Chimera Nuoto in vasca al Campionato Regionale Indoor Open di Fondo. Dieci giovani atleti aretini hanno gareggiato a Livorno in un’impegnativa gara sviluppata su 3000 e 5000 metri in stile libero in una piscina da 50 metri, dimostrando il carattere e la resistenza necessari per completare queste lunghe distanze. La manifestazione ha proposto un confronto di altissimo livello tra nuotatori di tutta la regione che hanno ricercato i tempi limite per qualificarsi per i prossimi Campionati Italiani Indoor di Fondo e, in questo contesto, la squadra della Chimera Nuoto è riuscita a ben figurare con alcuni positivi piazzamenti. Una tra le prestazioni più soddisfacenti è merito di Gaia Burzi del 2007 che si è piazzata quinta nei 5000 stile libero della categoria Junior, fermando il cronometro su un’ora, tre minuti e ventinove secondi. Nella stessa specialità e nella stessa categoria è riuscito a sfiorare il podio Gabriele Gambini del 2005 che è arrivato quarto e che è stato seguito al nono posto da Giulio Bracciali, mentre Giuditta Rachini del 2003 ha concluso la gara al quinto posto tra le Senior. Nei 3000 stile libero era presente un gruppo con cinque nuotatori e, tra questi, è emerso Sergio Sodi del 2007 con il quarto posto nella categoria Ragazzi 2° Anno dove erano presenti anche Gabriele Mealli (settimo) e Leonardo Rossi (diciassettesimo). A chiudere la squadra aretina, accompagnata dal tecnico Marco Licastro, sono stati infine Eleonora Mazzeschi del 2008 (sesta tra le Ragazze) e Lorenzo Menchetti del 2006 (nono tra i Ragazzi 3° Anno). Il Campionato Regionale Indoor Open di Fondo ha proposto un’ulteriore tappa in vista del principale appuntamento di inizio stagione rappresentato dai Campionati Regionali Indoor che prenderanno il via dal 26 febbraio, con i nuotatori della Chimera Nuoto che, a Livorno, sono riusciti a testimoniare la completezza della loro preparazione tecnica e caratteriale anche nelle lunghe distanze.

Uffici Stampa EGV

Posta un commento

0 Commenti