Vittoria e differenza canestri ribaltata: la Bruschi batte La Spezia e si conferma in vetta


Esame superato. La Bruschi, pur con Ramò precauzionalmente a riposo, sfodera una prestazione maiuscola e batte La Spezia nella sfida al vertice del girone Sud. Una vittoria che vale doppio, perchè le ragazze di coach Matassini oltre ai due punti ribaltano il meno dieci dell’andata blindando momentaneamente il primato. Sugli scudi ancora Cvijanovic, top scorer con 20 punti a referto mentre chiudono in doppia cifra anche Vespignani (12), Lazzaro (10) e Milani (15).
SGV: Vespignani, Peresson, Cvijanovic, Bove, Olajdide
LA SPEZIA: Castellani, Zolfanelli, Guzzoni, N’Guessan, Colognesi
Cronaca – Parte bene La Spezia con due triple di Zolfanelli ad inaugurare la gara. La Bruschi però sa dell’importanza del match e con Vespignagni e Bove mette il naso avanti sul 7-6. Zolfanelli colpisce ancora dalla distanza, ma Cvijanovic replica prontamente mettendo la Bruschi al comando sul 13-9. Castellani e Pini rimettono le liguri davanti (13-15), ma Lazzaro e Milani salgono in cattedra nel finale e con Bove regalano il 22-17 alla prima sirena. Nella seconda frazione sono ancora Lazzaro e Milani le protagoniste del break che vale il più undici, sul 30-19. Templari e N’Guessan ricuciono il margine (30-24), ma Milani risponde colpo su colpo firmando il 35-26. La Spezia prova a cambiare ritmo con un timeout, ma la trama non cambia e nel finale Cvijanovic propizia ulteriormente l’allungo con la Bruschi che dopo due quarti comanda sul 43-27. Il 2+1 di N’Guessan e il canestro di Colognesi riapre la sfida tra la prima e la seconda del girone Sud. N’Guessan si ripete poco dopo per il meno nove, con Matassini che decide subito per un minuto di sospensione. Al rientro sul parquet ci pensa Cvijanovic a smuorere il tabellino locale, ma La Spezia preme e con Colognesi e Zolfanelli torna prepotentemente a contatto, sul 47-41. Nel momento del bisogno è Bove a suonare la carica, sua la bomba che ridà ossigeno alla Bruschi che vola sul 50-41. Cvijanovic e Lazzaro rimettono lo scarto in doppia cifra ma l’ultimo sussulto è firmato Serpellini, a segno con il 55-46 del trentesimo. L’ultimo periodo si apre con il meno sette siglato da Colognesi, ma la Bruschi riprende presto la bussola dell’incontro con Lazzaro, Olajide e Cvijanovic a scrivere il 63-48. Templari prova a tenere viva la gara (63-54), ma prima Tibè e poi Milani vanno a bersaglio con i canestri che san tanto di titoli di coda (69-56 al 37’). Il finale serve solo a sancire lo scarto definitivo, con Peresson e Vespignani a sigillare il 77-63 che vale vittoria e scontro diretto ribaltato. Le parole di coach Alberto Matassini: “Partita di grande soliditá, mentale e fisica. Davvero brave le ragazze. Un altro passo avanti nel nostro percorso di crescita. Adesso sotto con la preparazione della trasferta di Patti, altra partita chiave di questa stagione regolare”.
Bruschi San Giovanni Valdarno – Cestistica Spezzina 77 – 63 (22-17, 43-27, 55-46, 77-63)
BRUSCHI SAN GIOVANNI VALDARNO: Vespignani* 12 (2/5, 1/3), Olajide* 3 (1/3 da 2), Lazzaro 10 (5/7 da 2), Gatti NE, Ramò NE, Milani 15 (3/7, 3/4), Bove* 8 (1/4, 2/5), Bizzarri NE, Peresson* 4 (0/3, 1/4), Tibè 5 (2/3 da 2), Cvijanovic* 20 (5/7, 2/3). Allenatore: Matassini A.
Tiri da 2: 19/39 – Tiri da 3: 9/19 – Tiri Liberi: 12/19 – Rimbalzi: 42 12+30 (Cvijanovic 9) – Assist: 6 (Lazzaro 2) – Palle Recuperate: 9 (Lazzaro 2) – Palle Perse: 15 (Bove 4) – Cinque Falli: Tibè
CESTISTICA SPEZZINA: Colognesi* 9 (3/4 da 2), Templari 18 (3/6, 3/8), Zolfanelli* 14 (1/3, 4/5), Serpellini 3 (1/1, 0/1), Castellani* 5 (0/5, 1/10), Pini 7 (1/1 da 2), N’Guessan* 7 (3/11, 0/1), Meriggi NE, Guzzoni*, Guerrieri NE, Ratti, Amadei NE. Allenatore: Corsolini M.
Tiri da 2: 12/34 – Tiri da 3: 8/25 – Tiri Liberi: 15/18 – Rimbalzi: 30 8+22 (Colognesi 11) – Assist: 9 (Templari 3) – Palle Recuperate: 11 (Castellani 3) – Palle Perse: 13 (Zolfanelli 3)

Uff.Stampa Polisportiva Galli

Posta un commento

0 Commenti