About

Breaking News

Virtus Bologna a suon di triple, la Bruschi sconfitta al Paladozza

Priva di Lazzaro, la formazione di coach Matassini è costretta al secondo stop in fila. Partita in equilibrio solo per un quarto, poi la Virtus complice una serata pazzesca da tre punti (13/31, di cui 9 nella prima metà) prende in largo scappando già prima dell’intervallo. Per la Bruschi note positive da Awa Trasi, protagonista con 19 punti e 8 rimbalzi.

BOLOGNA: Pasa, Laksa, Zandalasini, Cinili, Parker

SGV: Garrick, Tassinari, Missanelli, Trasi, Whitted

Cronaca – Parte fortissima la formazione di casa, con tre triple in fila che valgono il 9-0 dopo due minuti. Trasi sblocca la Bruschi, ma Laksa dall’angolo piazza il 12-2. Si sblocca Tassinari, ma Bologna offensivamente continua a far male e il nuovo più dieci interno, sul 16-6, obbliga Matassini al timeout. Al rientro però la Virtus continua a trovare la retina con percentuali irreali dalla distanza, con Garrick che prova a limitare i danni con cinque punti in fila per il 21-11. Nel finale sale in cattedra Trasi che riavvicina le compagne sul 23-16 che chiude la prima frazione. Il secondo periodo si apre con il quarto punto personale di Tassinari, ma Del Pero prima e Zandalasini poi piazzano altre due triple che valgono il 29-18 e l’ennesimo timeout di Matassini. L’ottava tripla in casa Bologna, timbrata questa volta da Del Pero, aumenta il margine sul 36-20. Il festival della tripla prosegue prima con Zandalasini (41-20), poi con Laksa (48-23) con le padrone di casa avanti 49-25 dopo due quarti. Dopo la pausa lunga, Bologna infila subito dodici punti in fila per il 61-25 a tabellone. Trasi smuove il punteggio dopo cinque minuti (65-28), con la Virtus che continua a fare ciò che vuole dimostrando il tanto livello di differenza soprattutto sotto canestro con Parker che banchetta ogni pallone a sua disposizione con la terza frazione che si chiude 79-41. Nell’ultimo quarto Bologna cala i ritmi e la Bruschi si aggiudica la frazione riducendo lo scarto finale. Al Paladozza termina 96-61.

Le parole di coach Alberto Matassini: “Potrei nascondermi dietro un dito e dire che è normale per una matricola perdere contro squadre in cui una singola giocatrice costa quanto tutto il roster dell’altra. In realtá ci sono modi e modi di perdere e quanto visto nel terzo quarto è triste e poco dignitoso. Ci prendiamo di buono l’energia del primo quarto e il non aver mollato nell’ultimo quarto come la scorsa settimana contro Ragusa, ma è davvero troppo poco per giocare in questo campionato. Avere dei limiti diventa un problema quando non vengono consapevolizzati e non si fanno le cose necessarie per mascherarli e nel frattempo lavorare per spostarli un po più in la. Oggi siamo in questa fase e dobbiamo immediatamente cambiare le cose. Sabato c’è una partita da vincere”.

VIRTUS BOLOGNA – BRUSCHI SAN GIOVANNI VALDARNO 96-61 (23-16, 49-25, 79-41)

BOLOGNA: Pasa 10, Zandalasini 11, Parker 23, Laska 13, Cinili 10, Del Pero 23, Roccato, Barberis ne, Dojkic ne, Andrè ne, Orsili 6. All. Ticchi

SAN GIOVANNI VALDARNO: Trasi 19,Tassinari 7, Missanelli 4, Garrick 17, Whitted 10, Varga 2, Schwienbacher 2, Milani, Bove, Atanasovska. All. Matassini


Uff.Stampa Polisportiva Galli