Presentazione ritorno spareggi promozione nazionali - Atletico Ascoli vs. Terranuova Traiana


Ad un passo dalla finale promozione. Tutto in 90 minuti. Trasferta in terra marchigiana per il Terranuova Traiana atteso domenica (inizio ore 16), allo stadio comunale di via Tevere a Castel di Lama, dall’Atletico Ascoli per il match di ritorno del primo turno di spareggio promozione del Campionato di Eccellenza. Chi vince entrerà nel lotto delle 14 squadre che a livello nazionale il 12 e il 19 giugno si giocheranno 7 posti per accedere al prossimo Campionato Nazionale Dilettanti di Serie D. In virtù del regolamento vigente stabilito dalla Lega Nazionale Dilettanti della Figc, dopo lo 0-0 dell’andata, in caso di parità con gol (1-1, 2-2, 3-3, eccetera) domenica sera a passare il turno sarà il Terranuova Traiana, grazie al maggior numero di gol segnati in trasferta. Se invece al 90’ il risultato fosse ancora inchiodato sullo 0-0, saranno i tempi supplementari a sancire la squadra qualificata e, in caso di ulteriore 0-0 anche al 120’, si andrà ai calci di rigore. La vincente si giocherà la Quarta Serie nel doppio confronto contro la vincente di Ellera (Umbria) – Colorno (Emilia-Romagna): all’andata in provincia di Perugia è finita 1-1. Per quanto riguarda l’ordine di svolgimento delle gare del secondo turno, è stabilito che disputerà la prima gara in trasferta la squadra che ha disputato nel turno precedente la prima partita in casa e viceversa; qualora entrambe le formazioni risultassero nella stessa condizione si procederà con il sorteggio in programma martedì a mezzogiorno presso la sede della LND in piazzale Flaminio a Roma. Nella bassa Valle del Tronto dirigerà il match Angelo Davide Lotito di Cremona, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti di linea Lorenzo D’Alessandris e Davide Fabrizi di Frosinone. Lotito, nel consiglio direttivo della sezione AIA Gianni Remondini e designatore del settore giovanile cremonese sarà alla ventiquattresima direzione stagionale, ritroverà il Terranuova Traiana già arbitrato lo scorso 3 ottobre alla prima di campionato, nel derby valdarnese perso in trasferta 1-0 contro il Figline. Nessun precedente invece con l’Atletico, una direzione in terra marchigiana il 10 ottobre scorso in Jesina-Urbania 0-2 nella quinta di Eccellenza Marche. Ad inizio maggio ha diretto la finale promozione dell’Eccellenza Campania tra Palmese e Angri, finita 6-5 d.c.r. In totale tutto compreso per 12 volte hanno vinto le squadre di casa, 8 gli ospiti e 3 i pareggi, 35 ammonizioni e 4 espulsioni. Dopo 22 giornate della stagione regolare chiusa al secondo posto con 38 punti (22 in casa e 16 fuori, 21 all’andata e 17 nel ritorno), frutto di 10 vittorie (6 al Matteini e 4 in trasferta), 8 pareggi (4 e 4), 4 sconfitte (1 e 3), 19 gol fatti (10 e 9), 13 subiti (5 e 8), ottavo attacco e migliore difesa del girone, la seconda assoluta tra le 37 partecipanti al campionato di Eccellenza Toscana, -6 in media inglese, -12 lunghezze dalla prima della classe, +3 sulla seconda, +5 sulla quarta, +6 sulla quinta, i biancorossi hanno superato davanti al pubblico amico 2-1 ai supplementari il Pontassieve nella semifinale playoff del girone C, hanno vinto poi al Brilli Peri di Montevarchi la finale playoff battendo 2-1 la Fortis Juventus, avendo poi la meglio, nel triangolare riservato alle vincenti dei playoff dei 3 gironi dell’Eccellenza Toscana, sulla Cuoiopelli sconfitta 2-0 a domicilio, fermando sullo 0-0 in riva al Ciuffenna la Lastrigiana, sconfitta 2-1 nel frattempo in casa dalla Cuoio. Così facendo il club di piazza generale Felice Coralli è diventato di fatto la quarta squadra del massimo campionato dilettantistico a livello regionale, alle spalle delle vincenti dei tre gironi che si sono contese la promozione diretta in Serie D. Tra i marcatori terranuovesi in campionato 5 gol Sacconi, 4 Massai, 3 Betti, 2 Vestri e Sestini, uno Cioce e Farini, oltre un autogol e le reti di Bega, Dini, Borghesi e 3 Sacconi nella post-season. L’Atletico Ascoli per contro, nel girone unico a 17 squadre delle Marche, ha chiuso il campionato alle spalle della Vigor Senigallia, neopromossa in Serie D, chiudendo con 57 punti (33 in casa e 24 fuori) in 32 giornate, ad 8 lunghezze dal battistrada, con un vantaggio di un punto sulla terza, 4 sulla quarta e 6 sulla quinta. Bianconeri con un rollino di marcia fatto di 15 vittorie (9 in casa e 6 in trasferta), 12 pareggi (6 e 6) e 5 sconfitte (1 e 4), 50 gol fatti (28 e 22) e 24 subiti (8 e 16), rispettivamente secondo miglior attacco alle spalle del Senigallia (59) e seconda difesa dietro il Fossombrone (22). La truppa di mister Luigi Giandomenico ha chiuso la stagione regolare con 13 risultati utili consecutivi: 8 vittorie (4 e 4) e 5 pareggi (2 e 3). Ultima sconfitta stagionale (unica nel girone di ritorno) datata 27 febbraio scorso, alla ventunesima, per opera dell’Atletico Gallo che si imponeva 1-0. Tra i marcatori in campionato 12 le reti realizzate da Edorado Mariani, 10 quelle di Guido Galli, 7 Lion Giovannini, 5 Joel Tomas Nunez, 4 Alejo Marco Vechiarello. Ascolani che poi nei playoff hanno avuto la meglio in semifinale, giocata in casa, sull’Atletico Azzurra Colli del Tronto battuto 1-0 (Mariani al 36’), superando poi in finale, sempre disputata davanti al pubblico amico, la Jesina 2-1 dts: Vechiarello al 4’, Perri (J) al 64’, Galli al 120’. Atletico Ascoli che a fine gennaio al Bianchelli di Senigallia ha perso ai calci di rigore 4-2 (0-0 dts) contro il Fossombrone la finale Coppa Marche di Eccellenza. Atletico alla seconda stagione in Eccellenza: la scorsa finì al secondo posto, perdendo poi 2-0 la semifinale playoff contro il Fossombrone (guarda un po’ il caso lo stesso percorso del Terranuova). In precedenza, la vittoria del campionato di Promozione 2019-2020. Nel giugno del 2018 il cambio di denominazione da ASD Ciabbino, che al termine del campionato 2017-18 era retrocesso in Promozione e che nel 15-16 aveva vinto il campionato di Prima Categoria, ad ASD Calcio Atletico Ascoli. Si giocherà a Castel di Lama piccolo comune di 8.558 abitanti in provincia di Ascoli Piceno, da cui dista circa 20 chilometri. Il nome (Castrum Lamae) è legato al torrente Lama a est del territorio e al castello che dominava dalla collina la valle del fiume Tronto e le importanti vie di comunicazione: su tutte la via Salaria. L’impianto comunale con pista di atletica è gestito dalla ASD Mezzofondo Club Ascoli e la squadra calcistica locale, ASD Castel di Lama, partecipa al campionato di Prima Categoria Marche, tra l’altro vinto con pieno merito dalla compagine arancio-nera. Tutti più o meno abili arruolabili, escluso Betti in casa Terranuova Traiana. Occhio ai cartellini gialli: in diffidati Marzi, Casale e Vechiarello. Con un’altra ammonizione si salterà la prossima gara ufficiale. Per chi domenica pomeriggio non potrà essere presente nelle Marche, radiocronaca diretta su Radio Emme nel corso del programma Pomeriggio Smash, in onda a partire dalle 15.55 sulle frequenze FM 96.8, 100.1, 100.4, in streaming sul sito web radioemme.it oppure sulla APP Radio Emme. A seguire interviste a caldo ai protagonisti. Sarà una prima domenica di giugno torrida. In tutti i sensi.

Francesco Pianigiani
addetto stampa ASD Terranuova Traiana

Posta un commento

0 Commenti